Alunah – Solennial

 

Svart Records – Marzo 2017

Devoti alla causa del Doom e fedeli discepoli di Black Sabbath e Pentagram, gli ALUNAH si formano in quel di Birmingham undici anni or sono. Undici anni intensi, che li hanno portati a produrre, oltre a vari demo ed EP, quattro studio-album, tra cui proprio questo SOLENNIAL, di etichetta Svart Records.

Apre il disco THE DYING SOIL, pezzo decadente, che pare risuonare dalle viscere della terra. Le stagioni che passano, la natura che muta e un orecchio attento ai suoni che porta con sè. “It brought the news of Autumn’s death and Winter came with its last breath”. LIGHT OF WINTER,dai suoni cupi,come la torba più scura, è storia antica, fatta di druidi, Alban Arthan e il solstizio d’Inverno. Un rituale arcaico, vibrazioni che mi riportano alla mente il buon Wino e i suoi Saint Vitus. FEAST OF TORCHES, inno a Madre Natura dai richiami di sabbathiana memoria, è il tripudio vocale della inquietante e affascinante Sophie. “See the beauty in life and death, light a torch”… Una chitarra claustrofobica introduce THE RECKONING OF TIME. Un viaggio nel tempo,la memoria che ricorda e vaga. E’ una mano nella polvere, uno sguardo al passato, un pensiero al futuro. La lenta e cadenzata FIRE OF THORNBOROUGH HENGE è storia che ritorna, una fiamma che brucia, un rito ancestrale. PETRICHOR, letteralmente “il profumo della pioggia sulla terra asciutta”,è storia di trapasso e mutamento.
Suoni acidi, distorti, una sguardo lassù… verso la terra. “wild berries will very soon, begin new life amongst my bones”. Un’aura celtica avvolge LUGH’S ASSEMBLEY e la sua storia fantastica. Quasi otto minuti di emozioni e vibrazioni. Chiude l’opera A FOREST, cover del celebre pezzo dei Cure, qui riproposto in una versione decisamente più pesante e decadente.
A riveder la luce.

Lavoro fantastico nei suoni,nei testi, nella produzione. Completo al 100%. Sophie Day semplicemente perfetta, con una voce capace di penetrarti nelle ossa e scuoterti. Aspettate che cali la notte, accendete una candela e dateci un ascolto.
wow…

www.alunah.co.uk

Tracklist:
1. The Dying Soil
2. Light of Winter
3. Feast of Torches
4. The Reckoning of Time
5. Fire of Thornborough Henge
6. Petrichor
7. Lugh’s Assembly
8. A Forest (The Cure cover)

Band:
Sophie Day – voce e chitarra
David Day – chitarra
Jake Mason – batteria
Dan Burchmore – basso

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*