Axel Rudi Pell – Knights Call

 

SPV/Steamhammer – Marzo 2018

Siamo tutti più tranquilli, è uscito il nuovo album di Axel Rudi Pell, una garanzia, l’ennesima conferma. Appuntamento fisso ogni due anni con un nuovo disco, ogni tanto nella vita è bello e rassicurante avere delle certezze.

Knights Call’ si presenta con una bella e accattivante copertina dal sapore medioevale come da tradizione. Album numero diciassette, una carriera di tutto rispetto dedicata alla musica, quella vera e sincera, lontana dalle mode.
Quando ci si appresta ad ascoltare un disco del chitarrista tedesco, non ci si aspettano chissà quali novità, ma solo buone canzoni di sano heavy rock
A mio parere la lunga discografia di Axel Rudi Pell non presenta brutti dischi, certo magari l’ispirazione in qualche momento è calata, ma in generale il livello qualitativo si è mantenuto di buon livello.

Knights Call’ è un bel disco, suonato con passione da una formazione collaudata che vede Axel e il cantante Johnny Gioeli come assoluti protagonisti, una coppia che ormai da più di vent’anni produce musica e entusiasma i fans coadiuvati da Ferdy Doernberg alle tastiere (preziosissimo nell’economia generale del disco), il fido Volker Krawczak al basso, una garanzia assoluta, e il grande Bobby Rondinelli alla batteria.
The Wild And The Young’, anticipata dall’intro ‘The Medieval Overture’ è semplice e diretta, bel riff di chitarra, melodia accattivante e ritmo coinvolgente impreziosito da quel sound che mischia Deep Purple e metal.
Wildest Dreams’ e ‘Long Live Rock’ (mi piace questo titolo) continuano su questa strada, meno epicità che in passato e più feeling e ritornelli da cantare liberandosi di tutte le impurità che invadono il nostro corpo.

Non mancano le lunghe tracce che hanno sa sempre caratterizzato i dischi del biondo chitarrista di Bochum. ‘Tower Of Babylon’ e ‘The Crusaders Of Doom’ sono brani di ampio respiro che non annoiano, merito di arrangiamenti mai banali e di un’esecuzione impeccabile da parte dei singoli musicisti.
C’è spazio ancora per la strumentale ‘Truth And Lies’ in fondo parliamo pur sempre di un virtuoso della chitarra, la bella ballata (come da tradizione) ‘Beyond The Light’ e le frizzanti ‘Slaves On The Run’ e ‘Follow The Sun’.

Tanta carne al fuoco in questo nuovo album, tanta sostanza, tanta qualità e ottima musica. Non bisogna commettere l’errore di liquidare questa nuova uscita di Axel Rudi Pell come il solito disco di…. Qui parliamo di un bell’album, da apprezzare fino in fondo, parliamo di artisti di spessore che ancora una volta hanno realizzato un prodotto sopra la media. Qui parliamo di Axel Rudi Pell.

www.axel-rudi-pell.de

Tracklist:

1.The Medieval Overture (Intro)
2.The Wild And The Young
3.Wildest Dreams
4.Long Live Rock
5.The Crusaders Of Doom
6.Truth And Lies
7.Beyond The Light
8.Slaves On The Run
9.Follow The Sun
10.Tower Of Babylon

Band:

Axel Rudi Pell – chitarra
Johnny Gioeli – voce
Ferdy Doernberg – tastiere
Volker Krawczak – basso
Bobby Rondinelli – batteria

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com