Brian May & Kerry Ellis – Golden Days

 

Sony Music – Aprile 2017

La coppia funziona e anche piuttosto bene. Sto parlando del leggendario Brian May e di Kerry Ellis, le cui strade si sono incontrate nel 2008, per poi proseguire fino ad oggi attraverso un interessante percorso musicale.
Brian è un chitarrista unico, la sua tecnica va oltre il concetto riduttivo di virtuosismo, il suo stile lo ha dimostrato nel corso di più di quarant’anni di carriera.
Ogni volta che osservo il suo sguardo in foto, mi sembra di cogliere una sottile malinconia, dovuta credo, alla fine prematura dei Queen e alla scomparsa di un grande amico come Freddy. E’ un mio pensiero ma mi piace credere che sia così.
Certo la vita musicale e non è andata avanti, ma con un grande e incolmabile vuoto che nessuno riuscirà a riempire.

L’unione con Kerry Ellis, artista legata al mondo dei musical di Broadway prosegue nel migliore dei modi con il nuovo disco ‘Golden Days’.
A dire il vero non è propriamente corretto parlare di nuovo album, in quanto troviamo delle interessanti cover e alcuni brani inediti.
L’amalgama tra i due artisti è forte, ascoltando le singole tracce traspare una voglia sincera di fare musica assieme.

Diversi i momenti realmente intensi ed emozionanti, uno su tutti l’esecuzione da pelle d’oca di ‘Parisienne Walkways’ di Gary Moore, esempio di come suonare la chitarra vuol dire sentire ogni singola nota e trasportare l’ascoltatore in un vortice emozionale.
Brian e Kerry rendono il giusto omaggio a due artisti (non dimentichiamo Phil Lynott alla voce) dei quali sentiamo la mancanza.

Altro episodio degno di nota è la versione di ‘Amazing Grace’, inno cristiano originariamente scritto nel ‘700 dal capitano John Newton e poi reinterpretato nel corso dei secoli da molti artisti tra cui Rod Stewart, Elvis Presley, Jeff Beck, Joan Baez e tanti altri.
Questa versione mantiene inalterata la dolcezza e la solennità delle versioni precedenti. Consiglio di chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare per qualche minuto indietro nel tempo.

Per quanto riguarda le cover, brillano le versioni di ‘Story Of A Heart’ degli Abba, qui riproposta in chiave più rock, mantenendo comunque le melodie ariose dell’originale, ‘Can’t Help Falling In Love’ del grande Elvis, sempre emozionante, ‘If I Loved You’ dal film ‘Carousel’ portata al successo anche da Frank Sinatra.

Dei brani originali, ‘Love In A Rainbow’, la frizzante ‘Roll With You’ e la title track con il suo fascino dal sapore orientale, mi sono sembrate le migliori.

Brian e Kerry hanno confezionato un bel prodotto, dove nessuno dei due tende a voler primeggiare sull’altro, ma anzi, l’unione delle loro forze è predominante sul resto.

www.brianmay.com
www.kerryellis.com

Tracklist:

1.Love In A Rainbow
2.Roll With You
3.Golden Days
4.It’s Gonna Be All Right
5.Amazing Grace
6.One Voice
7.If I Loved You
8.Born Free
9.Parisienne Walkways
10.I Who Have Nothing
11.The Kissing Me Song
12.Story Of A Heart
13.Can’t Help Falling In Love

Band:

Brian May – chitarra, basso, tastiere, sitar
Kerry Ellis – voce
Neil Fairclough – basso
John Miceli – batteria
Rufus Taylor – batteria
Jeff Leach – tastiere

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*