Corrosive – Lucifer Gave The Faith

 

Black Sunset – Dicembre 2017

I Corrosive sono in giro da più di 20 anni e oggi li ritroviamo nuovamente in pista con un nuovo album, ‘Lucifer Gave The Faith’.
La band tedesca, propone un death metal che mischia le atmosfere tipiche del death americano (Morbid Angel, Cannibal Corpse) a quelle scandinave (Entombed, Gorefest).
Anche se siamo al cospetto di un prodotto non proprio originale, la musica proposta dai Corrosive si ascolta con piacere. Molto buona la produzione che da il giusto peso a tutti gli strumenti, e creando un muro sonoro non indifferente e occhio di riguardo per la stupenda copertina.
I brani sono abbastanza omogenei e non stancano mai, merito anche delle numerose aperture melodiche, sia negli assoli, che in diversi fraseggi, davvero ben inseriti in un contesto brutal.

Taste The Pain’, ‘My Need To Kill’, ‘Crown Of Bones’ e ‘Zombie Apocalypse’ sono ottimi esempi di come questa musica se suonata in un certo modo, possa ancora regalare emozioni senza essere una stanca riproposizione di vecchi stilemi ormai logori.

Personalmente ho apprezzato molto la traccia numero otto, ‘My Eternal Hatred’, un death metal molto cupo e opprimente. La band è riuscita a ricreare in questo brano un’atmosfera davvero soffocante, ci si sente pian piano stringere la gola da mani invisibili.

Lucifer Gave The Faith’ dopo ripetuti ascolti, si rivela un buon prodotto, ben costruito senza inutili riempitivi e con alcuni elementi davvero interessanti.

La band pur risentendo dell’influenza di alcune band storiche del genere, riesce ad avere una discreta personalità soprattutto per merito di una tecnica individuale sopra la media.

I Corrosive meritano di essere considerati, l’underground musicale ha bisogno di band così.

www.facebook.com/corrosiveband

Tracklist:

1.Intro
2.Taste The Pain
3.At The Devils Door
4.My Need To Kill
5.Crown Of Bones
6.Leftovers
7.Zombie Apocalypse
8.My Eternal Hatred
9.Dead Hate Living
10.Lucifer Gave The Faith

Band:

Andy – voce
Timo – batteria
Jona – chitarra
Stephen – chitarra
Sascha – basso

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*