Death Kommander – Summer Offensive ’18

Qualche volta capita di chiacchierare, davanti ad una buona birra o ad un bicchiere di ottimo whisky scozzese, con un simpatico ragazzo che ti racconta della sua band, i Death Kommander. Preso dalla curiosità vai su bandcamp  e.. booom! Scopri un gruppo di ragazzi che ci sa veramente fare, ed ha ottime potenzialità di crescita.

I Death Kommander sono una band formatasi ad Edimburgo. I membri sono evidentemente accomunati dalla passione per i temi di guerra, come il nome, l’artwork ed il titolo dell’EP suggeriscono. La proposta è un Death Metal con un marcato carattere old school di ottima fattura. Se vi piacciono i Bolt Thrower, alcune sfumature degli Asphyx ed affini questo è un lavoro che dovete ascoltare!

La band risulta fresca fresca (la pagina facebook è stata aperta poco tempo fa), ma si è data immediatamente da fare, ed ha sfornato subito il primo lavoro, immediatamente promosso dal vivo. Dimostrazione che i membri credono molto nel loro progetto.

Si aprono le danze con Pay with your blood, ottima presentazione della band, caratterizzata da un riff prinicpale che rimane subito impresso nella mente, e che giustamente viene ripreso più volte per incitare l’ascoltatore allo scapocciamento selvaggio.

Operation Eisenfaust prosegue sul tempo tirato ma non esasperato dell’opener track. Anche questa traccia ha un tempo molto accattivante per l’headbanging, nel complesso un buon brano, forse più difficile da assimilare immediatamente rispetto al precedente.

Onwards si apre con un intro lento, che macina le ossa lentamente, per poi arrivare al branoo vero e proprio con un crescendo sottolineato dal progressivo inserimento dei vari strumenti. Il brano vero e proprio è tirato, pur non raggiungendo le velocità supersoniche a cui molte band moderne ci hanno abituato. Ciò che da senso di “tiro” qui sono i riffs, scritti e suonati alla giusta velocità per dare all’ascoltatore un senso di tensione molto forte. Decisamente un brano molto riuscito, che rende pienamente l’idea trasmessa dal titolo.

Con Shellshock si chiude l’assalto estivo dei Death Kommander, così come suggerisce il titolo. Il brano ha un andamento più trascinato degli altri, un pò più lento, quasi a voler rappresentare lo stato di quiete apparente dopo la fine di una battaglia. In effetti la posizione in tracklist è molto azzeccata.

In definitiva, se siete amanti dell’ Old School Death Metal questo lavoro vi piacerà di sicuro.

Auguriamo il meglio ai Death Kommander, hanno buone potenzialità, e ci aspettiamo belle sorprese da loro per il futuro

 

pagina bandcamp

pagina facebook 

link al video di una esibizione live  (discreta qualità audio e video), dove eseguono anche una cover dei Bolt Thrower.

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com