Deicide – Overtures Of Blasphemy

 

Century Media Records – Settembre 2018

Ritornano i Deicide, dopo cinque anni dall’ultimo studio album, ‘In The Minds Of Evil’ del 2013.
Overtures Of Blasphemy’ è il nuovo lavoro della band di Glen Benton e Steve Asheim, unici superstiti della formazione che nel lontano 1990 incise l’omonimo capolavoro e due anni più tardi, l’altrettanto stupendo e fondamentale ‘Legion’.
Insomma di anni ne sono passati, magari la croce incisa sulla fronte di Glen non farà più scalpore così come l’attitudine della band, però il nome Deicide provoca ancora un certo fermento e ovviamente una certa attesa.
Il death metal è un genere nel quale è difficile reinventarsi e proporre qualcosa di nuovo, ma anche confermarsi ad alti livelli e mantenere uno standard sopra la media (secondo me più di altre branchie del metal).

Overtures Of Blasphemy’ è un disco di onesto death metal, suonato come sempre con la cattiveria e la giusta tecnica e pervaso da un songwriting di indubbia freschezza, motivo per cui mi sento di consigliarvi questo lavoro.
One With Satan’ inizia lentamente, per poi esplodere in tutta la sua furia devastante, complice anche il growl di Glen sempre cavernoso e maligno.
Da segnalare l’entrata in formazione (non si sa per quanto) di Mark English, chitarrista già in forze nei Monstrosity.
L’ascolto prosegue con ‘Crawled From The Shadows’ sempre molto veloce e con una “melodia” portante interessante e ‘Seal The Tomb Below’ dalla ritmica molto vicino al thrash metal.
Prima accennavo alla freschezza del songwriting beh ‘Compliments Of Christ’ e ‘All That Is Evil’ ne sono un esempio, brani dalla breve durata e dalle strutture abbastanza semplici e molto efficaci, insomma i tempi di ‘Satan Spawn, The Caco-Daemon’ sono lontani ma i Deicide ci sanno ancora fare.

Altri ottimi brani sono ‘Excommunicated’ già uscita come singolo e a mio avviso uno dei pezzi migliori del disco, la violenta ‘Crucified Soul Of Salvation’, ‘Defying The Sacred’ con pregevoli e melodiche parti di chitarra (niente male anche il videoclip), e le conclusive ‘Flesh, Power, Dominion’ e ‘Destined To Blasphemy’ dove ritmiche thrash si fondono a quelle death creando un muro sonoro non indifferente.

Prima di chiudere questa recensione, un cenno alla copertina, opera di Zbigniew Bielak artista polacco, classe 1980, che in passato ha lavorato per gruppi come i Ghost, Vader, Absu e Watain, e che nel caso dei Deicide ha realizzato una cover bellissima e ricca di particolari, sicuramente da guardare attentamente.

I Deicide sono tornati, una band che dividerà sempre, una band che si conferma su buoni livelli e che ha ancora molto da dire, ascoltando ‘Overtures Of Blasphemy’ senza paraocchi o pregiudizi, ve ne accorgerete.

www.facebook.com/OfficialDeicide

Tracklist:

1.One With Satan
2.Crawled From The Shadows
3.Seal The Tomb Below
4.Compliments Of Christ
5.All That Is Evil
6.Excommunicated
7.Anointed In Blood
8.Crucified Soul Of Salvation
9.Defying The Sacred
10.Consumed By Hatred
11.Flesh, Power, Dominion
12.Destined To Blasphemy

Band:

Glen benton – voce, basso
Steve Asheim – batteria
Kevin Quirion – chitarra
Mark English – chitarra

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com