Groupie High School – …Ladies & Gentleman

Autoprodotto – Gennaio 2017

La Finlandia ha sempre mostrato un’attenzione particolare per il movimento sleaze rock, a partire dagli Hanoi Rocks – veri padri putativi di tutto il movimento – per passare agli Smack (prima incarnazione dei gothic rockers The 69 Eyes) e arrivare infine ai giorni nostri con la new sensation Santa Cruz.

Sulla scia del successo raccolto da questi ultimi, sono sbocciate come funghi dopo un temporale parecchie nuove band ansiose di conquistarsi il loro posto al sole. Tra tutte queste, una che merita sicuramente di essere segnalata alla vostra attenzione è quella dei Groupie High School, band dal nome che farò sicuramente sorridere, ma che è un evidente richiamo alla mentalità tutta sex, drugs and rock’n’roll tipica della loro impronta musicale anni ’80.

Attivi per la verità sin dal 2012, questi cinque ragazzotti di Oulu, dopo l’esordio “More Than Meets The Eye” del 2014 e il mini “High Class Addiction” dello scorso anno, tornano ora sul mercato discografico con un nuovo lavoro autoprodotto contenente sette nuove tracce e intitolato “…Ladies & Gentleman”, arrivato sulla nostra scrivania grazie al sempre ottimo e puntuale lavoro dei ragazzi di Atomic Stuff Promotion.

Registrato, mixato e masterizzato da Mika Pohjola al Soundmix Studio della loro città natale, questo platter si apre in maniera suggestiva con la title track, che in realtà altro non è che un intro, in cui Bruce Buffer, noto annunciatore dell’Ultimate Fighting Championship di Las Vegas, introduce uno per uno i cinque membri del gruppo col suo classico stile da ring pugilistico. L’urlo strozzato di Vinny Olavi introduce il primo vero pezzo dell’album “Chicks With Flips” che mette subito le carte in tavola: rock n’ roll cazzuto dalle tinte stradaiole, sicuramente debitore dei maestri del genere ma suonato con la giusta attitudine ed un tiro che non vi permetterà di rimanere fermi. Le coordinate sonore non mutano in “Liquid Lunch” (primo singolo e video estratto dall’album): il gruppo definisce il proprio sound come “Urban Rock From The Blocks And The Beaches” e, qualsiasi cosa ciò voglia davvero significare, questo pezzo rende bene l’idea di un sound grezzo ma capace di catturare l’attenzione grazie a ritornelli ben costruiti e dall’atmosfera festaiola.

My Medicine Woman” offre delle linee vocali più pulite ma le asce di Smippe Youngblood e Matt Nitro restano comunque affilatissime e si danno battaglia senza esclusione di colpi nel finale del brano. Arriva il momento di togliere il freno dall’acceleratore con il delicato arpeggio di chitarra che introduce l’affascinante ballad d’atmosfera “Hard to Breathe”, a parere di chi scrive sicuramente la gemma più preziosa di tutto l’album: intrigante e drammatica, riuscirà a far sciogliere anche i più duri tra voi, grazie agli ottimi interventi della solista e all’appassionata interpretazione del vocalist Vinny.

Un riff di chitarra orientaleggiante apre la trascinantissima “This Is How We Say Goodbye”, caratterizzata da un pre-chorus quasi ipnotico che precede un ritornello che è un vero pugno in faccia e fortemente indiziata come probabile pezzo di chiusura dei loro prossimi concerti. Chiude la bonus track “Navy Blue”, altra ballad delicata ma allo stesso tempo graffiante, già uscita qualche mese fa come singolo e qui riproposta, in chiusura di un lavoro sicuramente riuscito, che ha come unica pecca la durata eccessivamente breve.

In questo 2017, la band ha intenzione di imbarcarsi in una serie di concerti che dovrebbero toccare, oltre alla Scandinavia, anche l’Europa Occidentale. Ci auguriamo di cuore che passino anche dalle nostre parti: nel caso, se amate le band dall’attitudine stradaiola, vi consigliamo caldamente di non mancare. Intanto procuratevi questo “…Ladies And Gentleman”: vi garantiamo che non resterete delusi.

http://www.groupiehighschool.com

http://www.facebook.com/groupiehighschool

Tracklist:

1. Ladies & Gentleman (Intro by Bruce Buffer)

2. Chicks With The Flips

3. Liquid Lunch

4. My Medicine Woman

5. Hard To Breathe

6. This Is How We Say Goodbye

7. Navy Blue (bonus track)

Band:

Vinny Olavi – voce

Smippe Youngblood – chitarra

Matt Nitro – chitarra

Tom Sebastian Dexter – basso

Jay Mickey – batteria

Basso: tracce 3, 4, 5, 6, 7 Veikko Kallinen; traccia 2 Smippe Youngblood

Chitarra: traccia 7 Tuomas Laurila

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*