Keith Richards compie 75 anni: 10 collaborazioni con famosi artisti che non conoscete

foto: Angeli Daniele

Buon compleanno Keith Richards, la chitarra degli Stones, nato 75 anni fa da Bertrand Richards e Doris Dupree Richards al Livingston Hospital di Dartford, nel Kent. 

Keith, dopo una vita di Rock N’ Roll, è ormai sobrio e dedito ai nipoti… Nel 2014 Richards ha stupito tutti scrivendo un libro per bambini, Gus & Me: The Story of My Granddad and My First Guitar, edito da Little, Brown Books for Young Readers. L’ispirazione per questo lavoro è arrivata a Keith quando ha visto nascere l’ennesimo nipotino:

“Sono appena diventato nonno per la quinta volta”, ha detto, “per cui so quello di cui sto parlando… Il legame speciale che si instaura tra nonni e nipoti è unico e dovrebbe essere custodito come un tesoro”.

Recentemente, il chitarrista, on the road con gli Stones per il No Filter Tour 2019 negli States,  ha dichiarato che questo tour sarà diverso dagli altri per una ragione difficile da credere: ha smesso di bere:

«Ormai è quasi un anno», dice «Ho staccato la spina, mi aveva stufato». Richards ammette di bere «un bicchiere di vino ogni tanto, o una birra», ma è comunque un passo importante per un uomo le cui abitudini edonistiche sono parte inestricabile della sua leggenda. «Era il momento di smettere», dice. «Come con tutto il resto». È stato un cambiamento necessario? «Puoi dire così, sì», dice ridendo. «Ma non mi sembra poi così diverso – a parte con l’alcool. Non mi sentivo più bene. Ho bevuto a lungo, non voglio farlo più».

Richards dice di aver notato una differenza anche suonando:

«È stato interessante suonare sobrio», dice Richards nell’intervista: «Ora le parti di chitarra sono molto più concise».

Aggiunge Ron Wood:

«Siamo più consapevoli degli spazi vuoti tra una parte e l’altra. Abbiamo settant’anni, ma suoniamo come se ne avessimo 40, capisci?».

Keith è certamente celebre per i suoi licks con i Rolling Stones, ma non ha mai disdegnato di collaborare con altri famosi artisti. Ecco 10 canzoni in cui ha collaborato sia con la chitarra che con la sua voce, e addirittura il basso con Billy Preston:

10. Tom Waits – Clap Hands (2011)

9. Ian Mc Lagan – Truly (2005)

8. Billy Preston – That’s The Way God Planned It (1969)

7. The New Barbarians – “Breathe on Me” – (Live 1979)

6. Ziggy Marley – Lee and Molly (1988)

5. Nona Hendryx – Rock This House (1985)

4. The Chieftains – The Rocky Road to Dublin (1985)

3. Scotty Moore – Deuce and a Quarter (1997)

2. Peter Tosh –  Stand Firm (1975)

1. B.B. King. Paying The Cost To Be The Boss (1997)

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com