Kiss – Revenge

 

Mercury Records – Maggio 1992

I Kiss cambiano pelle ancora una volta ma il risultato è sempre lo stesso: grande musica.
Superata a fatica la fase glam, con il solo Paul Stanley a tirare la carretta, la band di Detroit dopo l’ottimo ‘Hot In The Shade’ ritorna in pista (ricordiamo che nel 1991 il batterista Eric Carr è morto) con ‘Revenge’ il loro l’album più oscuro e hard.
Alla batteria troviamo Eric Singer (Black Sabbath, Alice Cooper, Badlands, Gary Moore, Doro e molti altri), un grande musicista che si integra alla perfezione con i nuovi Kiss.

Finalmente in quest’album, Gene Simmons ritorna agli antichi splendori firmando alcune composizioni tra le migliori della sua carriera.
Ritengo ancora oggi ‘Revenge’ come uno dei dischi più riusciti dei Kiss, lontano dal party rock al quale vengono associati, più maturo e compatto sia nella produzione ad opera di Bob Ezrin che nell’esecuzione da parte dei musicisti.

L’opener, ‘Unholy’ ci consegna i Kiss davvero cattivi e un Gene Simmons indemoniato (vedere il video clip per credere). Un brano dal forte impatto, dal forte trademark Kiss, testimonianza di un cambiamento in atto.
La successiva ‘Take It Off’ di Stanley, riporta la band su coordinate più classiche, un buon hard rock orecchiabile e tipicamente americano.
Tough Love’ e ‘Spit’ sprigionano energia da ogni nota, canzoni meno immediate dove non mancano comunque la melodia e una certa orecchiabilità di fondo.
God Gave Rock ‘N Roll To You II’ è un brano in origine scritto nei primi anni settanta dagli Argent (l’autore è Russ Ballard) e qui riproposta in una stupenda versione arrangiata da Stanley, Simmons e Ezrin. A mio avviso di gran lunga migliore dell’originale.
Grande rock’n’roll con ‘Domino’ trascinante e irriverente, un tuffo nel passato ad opera di Simmons davvero ispirato.

Heart Of Chrome’ e ‘Thou Shalt Not’ pur essendo inferiori al materiale sin qui ascoltato, non sono affatto dei riempitivi, solamente risultano meno appetibili.

Visto il successo della strepitosa ballata ‘Forever’ scritta con Michael Bolton, Stanley ci riprova questa volta con ‘Every Time I Look At You’ e ancora una volta fa centro. Il brano non ebbe lo stesso successo, ma la poesia e la raffinatezza di questa composizione non sono per niente inferiori a nessuno.
Paul Stanley si dimostra come sempre un ottimo songwriter ed interprete, vera anima dei Kiss.

Paralyzed’ è un’altra bordata ad opera di Gene Simmons, poche concessioni alla melodia facile, e tanto hard rock.

In chiusura la divertente e irriverente ‘I Just Wanna’, ancora oggi presente nei live set e capace di trascinare il pubblico grazie soprattutto all’ironico ritornello che gioca con le parola Forget (“I just wanna f…, i just wanna f…, i just wanna forget you”).
Carr Jam 81’ è un piccolo tributo della band allo scomparso Eric, una demo registrata appunto nel 1981 e ultima testimonianza della forza e del carisma di Eric Carr, mai dimenticato dai fans.

Revenge’ termina qui. Un disco che dimostra quanto i Kiss avevano ancora da dire (la rinascita era iniziata con ‘Hot In The Shade’), peccato che i gusti delle persone stavano cambiando perché attratti dalla nuova moda del grunge (purtroppo anche i Kiss risentirono di questo fenomeno, pubblicando nel 1997 ‘Carnival Of Souls: The Final Sessions’).

I WANNA ROCK’N’ROLL ALL NIGHT !!!

www.kissonline.com

Tracklist:

1.Unholy
2.Take It Off
3.Tough Love
4.Spit
5.God Gave Rock ‘N Roll To You II
6.Domino
7.Heart Of Chrome
8.Thou Shalt Not
9.Every Time I Look At You
10.Paralyzed
11.I Just Wanna
12.Carr Jam 81

Band:

Gene Simmons – basso, voce
Paul Stanley – chitarra, voce
Bruce Kulick – chitarra
Eric Singer – batteria

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*