Magnum – Musicdrome, Milano – 16 Ottobre 2009

 

Grande ritorno per i leoni inglesi, autori del nuovissimo album “Into Valley of hte Moonking” e autentica bandiera del pomp rock più epico. Guidati dal carismatico leader e cantante Bob Catley, i Magnum sono stati e sono tutt’ora fonte di ispirazione per moltissimi gruppi. Fortunatamente il Music Drome non è vuoto come in altre occasioni, anche se la band meriterebbe un pubblico più numeroso.

Poco dopo le 21, si spengono le luci e Tony Clarkin e gli altri musicisti salgono sul palco acclamati dal pubblico, seguiti da Bob Catley che sfoggia una camicia che è tutto un programma. Il concerto inizia con “Cry to Yourself”, seguita da “Take me to the Edge” e “Brand New Morning”.

Come sempre accade, i suoni si assestano dopo qualche pezzo, anche se l’acustica non è delle migliori e la voce di Bob, dopo qualche piccola incertezza, decolla ed emoziona come sempre. Tony non concede molto al pubblico, ma è sempre un grande musicista che sa mettersi al servizio del pezzo e non eccede mai in sterili virtuosismi. Dal nuovo album vengono eseguiti 4 brani che il pubblico sembra apprezzare molto, anche perchè è difficile non rimanere coinvolti dal carisma del grandissimo Bob. Ovviamente molti sono qui per sentire ancora una volta i grandi classici del gruppo, e anche se non tutti vengono eseguiti, c’è spazio per gemme come “When We Were Longer”, la trascinante “All England’s Eyes”, “All my Bridges” e quando attacca il riff di “Vigilante” i fans sono elettrizzati. La band saluta ma sappiamo che il concerto non può finire così, infatti dopo pochi minuti ecco i nostri musicisti tornare sul palco per eseguire altri due cavalli di battaglia: “Don’t Wake the Lion”, maestosa e forse il brano che riassume maggiormente l’universo Magnum e in chiusura la trascinante “Kingdome of Madness”.

Purtroppo l’esibizione della band termina, ma possiamo andare a casa soddisfatti di aver assistito ad un grande concerto.

Chi non c’era ha perso un grande evento… e allora Long Live Rock’n’Roll !!!

Setlist:
1. Cry to Yourself
2. Take me to the Edge
3. Brand New Morning
4. The Moonking
5. when We Were Younger
6. No One Knows His Name
7. Dragons are Real
8. A Face in the Crowd
9. We all Run
10. Les Morts dansant
11. All my Bridges
12. All Englad’s Eyes
13. Vigilante
encore:
14. Don’t Wake the Lion (too old to die young)
15. Kingdom of Madness

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com