Malevolent Creation – The 13th Beast

 

Century Media Records – Gennaio 2019

Malevolent Creation, una garanzia del death metal, una certezza, una macchina devastante che spazza via tutto quello che trova sulla propria strada. Trent’anni di onorata carriera, pochi, pochissimi scivoloni, una coerenza senza eguali, e ancora oggi siamo qui a parlare di Phil Fasciana e della sua creatura, orfana purtroppo dello storico cantante Brett Hoffmann morto nel 2018 a soli cinquantuno anni e con una formazione completamente nuova rispetto all’ultimo studio album ‘Dead Man’s Path’ del 2015.
The 13th Beast’ quasi cinquanta minuti di malsano e putrescente death metal, quello che a inizio anni novanta era un genere “diverso” da tutto e tutti, una scarica di adrenalina portata all’ennesima potenza.
E’ sempre un piacere poter ascoltare la forza e la determinazione dei Malevolent Creation, che anche in questo nuovo album non deludono affatto le attese e si confermano come uno dei migliori gruppi death metal.
Il nuovo arrivato, Lee Wollenschlaeger si destreggia bene tra vocals e chitarra, certo sostituire un colosso come Brett Hoffmann è difficile ma nel complesso Lee mi sembra ben inserito nelle maligne trame scritte da Fasciana.

The 13th Beast’ è un disco molto valido sotto tutti i punti di vista, suonato e prodotto in maniera impeccabile, riesce a essere accattivante per via di un death metal molto feroce e devastante, ben strutturato e mai fine a se stesso.
I Malevolent Creation hanno il pregio di risultare molto vari nelle loro composizioni, non ci assale mai quella sensazione di già sentito che affligge molte band estreme.
La tripletta iniziale composta da ‘End Of Torture’, ‘Mandatory Butchery’ e ‘Agony For The Chosen’ è di quelle davvero pesanti, tempi serratissimi, chitarre affilate come coltelli nuovi, quella sensazione claustrofobica che il death metal a volte genera.
Anche quando la band rallenta i tempi come nel caso della lunga e articolata ’Born Of Pain’ o la conclusiva ‘Release The Soul’ i risultati sono devastanti, in fondo parliamo di gente che mastica e respira death metal da oltre trent’anni.

Canvas Of Flesh’, ‘Decimated’, ‘Born Of Pain’ e ‘Trapped Inside’ sono altri esempi di come si deve suonare questo genere. I Malevolent Creation non devono dimostrare più niente a nessuno, e in totale libertà e coerenza hanno realizzato l’ennesimo disco spaccaossa.

Signore e signori questo è death metal, il piatto è servito, fatevi avanti non abbiate paura.

www.facebook.com/malevolentcreation

Tracklist:

1.End The Torture
2.Mandatory Butchery
3.Agony For The Chosen
4.Canvas Of Flesh
5.Born Of Pain
6.The Beast Awakened
7.Decimated
8.Bleed Us Free
9.Knife At End
10.Trapped Inside
11.Release The Soul

Band:

Phil Fasciana – chitarra
Josh Gibbs – basso
Philip Cancilla – batteria
Lee Wollenschlaeger – voce, chitarra

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com