Michael Schenker Fest – Resurrection

 

Nuclear Blast – Marzo 2018

Stendiamo il tappeto rosso. Quasi cinquant’anni di attività, Signore e Signori, per quest’ uomo che ha scritto buona parte di storia della musica che più amiamo. Michael Schenker. Una vita trascorsa tra le fila di Scorpions e U.F.O. prima e vari progetti solisti poi, dal Michael Schenker Group al McAuley Schenker Group, passando per audizioni degli Aerosmith ad amori mai andati in porto come il tentato approccio di Ozzy per la sua band.

Fresco di uscita come MICHAEL SCHENKER FEST, questo RESURRECTION è il progetto finale degli ultimi due anni di collaborazioni live del Nostro e dei suoi amici di lunga data, da Gary Barden, Graham Bonnet, Robin McAuley, il bassista Chris Glen, il batterista Ted McKenna, il chitarrista e tastierista Steve Mann, fino a Doogie White.

HEART AND SOUL apre l’opera. Cavalcata carica di pathos, suda rock da ogni poro. McAuley alla voce è un’impronta indelebile accompagnata per l’occasione da Kirk Hammett dei Metallica. WARRIOR apre come una ballata rinascimentale, suona un menestrello. Ma è solo un frangente,prima che il brano vero e proprio prenda forma. Rock spesso, molto molto ottantiano, vede tutte le voci al lavoro per un pezzo davvero accattivante. Pelle d’oca. Inizia la messa. TAKE ME TO THE CHURCH col grande Doogie White alla voce è orgasmo puro. Rock granitico, stagionato come un buon Barolo per un risultato semplicemente fantastico. NIGHT MOODS è Rock scanzonato,ballata d’alta classe e Graham Bonnet mattatore della serata. Si preme sull’acceleratore con THE GIRL WITH THE STARS IN HER EYES. Ancora Doogie White, ancora tanta passione e a parer mio il più bell’assolo dell’intero album. EVEREST viaggia spedita, il testimone passa nuovamente a Bonnet. Brano retrò mai così fresco. Si va. MESSIN’ AROUND e si torna in scena con Barden. Hard Rock dinamico e graffiante come una notte brava. Assolo, a dir poco sensuale. TIME KNOWS WHEN IT’S TIME, it’s McAuley time. Ritmiche heavy che hanno fatto storia. Dubito che riuscirete a tenere basso il volume. Con ANCHORS AWAY si affievoliscono le luci e i toni si fanno più cupi con le tastiere di Steve Mann a incorniciarne un brano sublime. La strumentale SALVATION è una perla che non ti aspetti. Impeccabile senza mai ostentare con Michael sempre più attento alla scrittura dei brani che non ai virtuosismi. LIVING A LIFE WORTH LIVING, sin dal titolo, è un inno alla vita. Barden da ovazione come la band tutta. Conclude il disco THE LAST SUPPER, pezzo complesso, melodico e orecchiabile costruito per tutte le voci del progetto . Un’ ultima cena davvero ricca e sostanziosa.

Album me-ra-vi-glio-so.

Che interpreti e che musica. Vi dico solo questo… oggi si va per negozi di musica. Deve essere mio!

www.michaelschenkerhimself.com

Tracklist :
Heart And Soul
Warrior
Take Me To The Church
Night Moods
The Girl With The Stars In Her Eyes
Everest
Messin’ Around
Time Knows When It’s Time
Anchors Away
Salvation
Livin’ A Life Worth Livin’
The Last Supper

Band :
Gary Barden, Graham Bonnet, Robin McAuley, Doogie White – voce
Michael Schenker – chitarra
Chris Glen -basso
Ted McKenna – batteria
Steve Mann – tastiere e chitarra

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*