Monroxe – Monroxe EP

 

Jab Records – 1987

Mai visto circolare? Non vi avvilite, questo Ep dei Monroxe rappresenta una scoperta dell’ultima ora anche per un accanito metal archeologo come me. La sorpresa è stata duplice, oltre a possedere un altro pezzo di storia del metal teutonico ho recuperato anche uno splendido esempio di power metal metà/fine ottanta.

Inizio con il dirvi che è stato, parzialmente, registrato come un finto live con ovazioni in sottofondo ma il suono è perfetto e ben calibrato ed ipergodibilissimo. Questo quintetto era originario di Dusseldorf, almeno così sembrerebbe dalle scarsissime note presenti in retro copertina nonchè sui siti enciclopedici. La peculiarità è rappresentata dalla presenza, dietro al microfono, di Inge Mackenthun detta “Angie“, una gentil donzella dalla timbrica spiaccicata, non simile, che è diverso, a quella della ben più nota, ed immortale, Dorothy Pesch periodo “Burning/Hellbound”.

L’iniziale “Take Me” è bellissima, un anthem trascinante. Sembra di ascoltare un inedito dei Warlock!!! Senza offuscare più di tanto questa band, anche se l’evidenza dei fatti è palese, è impossibile non farsi trascinare nel refrain che titola il pezzo. Sempre sulla prima facciata trova spazio “Let Me Live“. Introdotta da un riff massiccio e poderoso viene letteralmente “spaccata” dall’ingresso della voce… incredibile, quante emozioni, mi riporta indietro di oltre venticique anni quando la concittadina di “Angie” imperversava sul mio stereo (e non solo il mio…). Ma che figata di pezzo, classic teutonic metal eseguito bene e registrato, seppur in autoproduzione, anche meglio. Pure la durata di questi primi due pezzi è stampigliata a coloro che, volenti o nolenti, clonano, abbondantemente al di sotto dei quattro minuti. La sorpresa la si trova sul secondo lato. “Strong Love” è una love song complessa e lunga (ben oltre gli otto minuti) dove la nostra si mette alla prova con una partitura vocale molto variegata. Il risultato è decisamente accettabile ed a tratti rievoca in me “Bettina” degli Xandril, altro gruppo tedesco, sconosciuto ai più. La voce raschia il fondo della sua ugola intonata e dolcemente rabbiosa.

In conclusione, nonostante i tre pezzi che rappresentano un ben magro bottino musicale, questo Ep supera alla grande la prova dell’ascolto postumo, quasi a pieni voti. Assolutamente da avere per tutti coloro che hanno consumato “Hellbound”. L’unico problema è, come al solito, riuscire a recuperarne una copia. Siate tenaci e, forse, riuscirete nell’ardua impresa, si vocifera di trecento copie e, da qualche parte dovranno pur essere!!!

Quotazione: Monroxe – Monroxe: 120/150 euro

Tracklist
1. Take Me
2. Let Me Live
3. Strong Love

Band:
Inge ‘Angie’ Mackenthun – voce
Booster Bernhardt – basso
Lothar Wieners – batteria
Dagmar Dürbaum – chitarra
Thomas Klein – chitarra

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*