Overkill – Live In Overhausen

 

Nuclear Blast – Maggio 2018

Oggigiorno i live album (nonché i dischi studio) per i quali vale la pena spendere dei soldi e dedicare tempo all’ascolto sono sempre meno.
Live In Overhausen’ dei veterani e leggendari Overkill merita sicuramente tutta l’attenzione possibile e anche di essere acquistato.
Un live album, confezionato in maniera sontuosa, che celebra due capolavori della lunga e variegata discografia della band americana.
Registrato il 16 aprile 2016 in Germania, precisamente alla Turbinenhalle 2 a Oberhausen nella Renania settentrionale, questo live è composto da due cd e un dvd.
Il volume uno è dedicato all’album ‘Horrorscope’ del 1991, autentico capolavoro del thrash metal anni novanta, mentre il volume due all’album ‘Feel The Fire’ primo full-lenght degli Overkill uscito nel 1985, insomma due pezzi di storia della nostra amata musica.

Gli Overkill, nonostante i cambi di formazione e gli anni che inesorabilmente passano, sono ancora degli autentici fuoriclasse, come si evince sia dalle immagini che dalla musica.
Bobby “Blitz” Ellsworth ha ancora quella voce aspra e acuta che colpisce in pieno volto, DD Verni non sarà un virtuoso del basso, ma ha uno stile riconoscibile come pochi, i chitarristi Dave Linsk e Derek Tailer si destreggiano egregiamente tra ritmiche forsennate e assoli magistrali e poi il batterista Eddy Garcia che pesta come un dannato.

Un arpeggio cupo e incalzante, il pubblico che incita a gran voce, l’adrenalina che sale. ‘Coma’, inizio più devastante non poteva esserci, ma siamo solo all’inizio.
E’ un susseguirsi di macigni thrash, ‘Infectious’, ‘Bare Bones’, ‘Horrorscope’, la stupenda ‘New Machine’ monolitica è dir poco, ‘Nice Day…For A Funeral’ e ‘Soulitude’ lasciano a bocca aperta. Esecuzione pressoché perfetta, grande feeling con il pubblico, tanta energia che farebbe gola a molte, troppe band di oggi, la classe degli Overkill non conosce la parola fine.
Horrorscope’ anno di pubblicazione 1991, sono passati ventisette anni, ma la sua bellezza e forza sono rimaste intatte.

Con il secondo cd, facciamo un salto temporale di ben trentatré anni, siamo nel 1985 e il thrash metal è un genere nuovo che sta regalando ai metal fans di tutto il mondo dei capolavori immortali.
Feel The Fire’, un altro grande disco che non risente affatto del tempo passato.
Raise The Dead’, ‘Rotten To The Core’, ‘Hammerhead’, ‘Blood And Iron’, ‘Kill At Command’, ‘Overkill’ e ‘Fuck You’, in poche parole un pezzo di storia.

Live In Overhausen’ è un signor live album, prodotto da una delle poche band per cui vale la pena di sentirsi orgogliosamente metallaro e vivere il metal fino in fondo. La differenza tra i mediocri e i grandi è racchiusa in questi due cd. Immensi Overkill.

www.wreckingcrew.com

Tracklist:

CD 1: HORRORSCOPE

1.Coma
2.Infectious
3.Blood Money
4.Thanx For Nothin’
5.Bare Bones
6.Horrorscope
7.New Machine
8.Frankenstein
9.Live Young, Die Free
10.Nice Day…For A Funeral
11.Soulitude

CD 2: FEEL THE FIRE

1.Raise The Dead
2.Rotten To The Core
3.There’s No Tomorrow
4.Second Son
5.Hammerhead
6.Feel The Fire
7.Blood And Iron
8.Kill At Command
9.Overkill
10.Fuck You

Band:

Bobby “Blitz” Ellsworth – voce
DD Verni – basso, cori
Dave Linsk – chitarra
Derek Tailer – chitarra
Eddy Garcia – batteria

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com