Palace – Binary Music

 

Frontiers Music Srl – Dicembre 2018

Secondo album per i Palace, progetto del cantante svedese Michael Palace. Un tuffo vertiginoso negli anni ottanta, così si potrebbe definire la proposta musicale di questo artista che non si vergogna di nascondere il proprio amore per le sonorità del passato, una sorta di testimone dei giorni nostri. Insieme a Michael troviamo Daniel Flores, batterista che ricordiamo già con i Find Me, First Signal e The Murder Of My Sweet.
Binary Music’ pur non facendo saltare l’ascoltatore dalla sedia, è un piacevole viaggio di una quarantina di minuti nel mondo raffinato e accogliente dell’aor, un genere che in quest’epoca potrebbe sembrare “roba” preistorica ma che invece regala spesso emozioni sincere a differenza di altri generi.

Dieci tracce abbastanza omogenee, ben suonate e arrangiate, un sound dove la chitarra c’è e si sente ma sempre o quasi in maniera discreta, mentre le tastiere hanno un ruolo fondamentale in tutti i brani.
Quello che manca a mio avviso è la classica manciata di pezzi che fanno la vera differenza e che fanno fare a un disco il vero salto di qualità.
Detto questo i momenti piacevoli e di assoluta buona musica non mancano, ma sono convinto che Michael Palace per guadagnarsi un posto importante nel panorama del rock melodico debba e possa fare di più.
La title track, ‘Promised Land’, ‘Love Songs’, ‘Dangerous Ground’ e ‘To Have And To Hold’ sono le canzoni che godono di un ispirazione migliore rispetto alle altre e mantengono la votazione finale comunque positiva. Come detto in apertura, ‘Binary Music’ è un piacevole viaggio nell’aor più puro. Piacevole ma non eccezionale e io dopo tanti anni passati ad ascoltare musica, sono diventato più esigente e bisognoso di qualcosa che realmente mi faccia saltare dalla sedia.

La convinzione e la dedizione verso questo genere di certo non mancano ai Palace, in futuro però è lecito aspettarsi molto di più da questo progetto.

www.facebook.com/palacesweden

Tracklist:

1.Binary Music
2.Tears Of Gaia
3.Nothing Personal
4.Promised Land
5.Love Songs
6.Dangerous Grounds
7.Queen Of The Prom
8.Who’s Counting Time
9.Julia
10.To Have And To Hold

Band:

Michael Palace – voce, chitarra, basso, tastiere, harmonica, sassofono
Daniel Flores – batteria

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*