Pallbearer – Heartless

 

Profound Lore Records – Marzo 2017

I Pallbearer giugnono al terzo full lenght della loro carriera e dopo aver pubblicato un paio di EP e un singolo ecco dunque ‘Heartless’, un album molto profondo, ben strutturato e cupo nelle oscure melodie. Infatti il quartetto che proviene dall’Arkansas, e precisamente dall’arcinota Little Rock, viene definito come una band dalle naturali radici doom arricchite da tetre melodie.

‘Heartless’ è un lavoro per appassionati di ritmi incessanti ma spesso pacati o volutamene rallentati, ed in certi casi incredibilmente lenti, un album con sonorità molto dure, tinte fosche, ombre malinconiche e armonie ricercate. Una impressionante esplorazione sonora che si sviluppa e si annoda su sette tracce per la complessiva durata di un’ora. Nessuna sovraincisione, tranne l’innesto di qualche rara tastiera, la voce lontana di Brett Campbell che si muove su percorsi melodici, atoni, chiari e molto vari sfruttando tutto lo spettro della tonalità. La risposta musicale invece crea atmosfere  che in alcuni casi diventano soffocanti grazie a spettri di colore sinistri e asfissianti, anche se in alcuni momenti si percepiscono lontane aperture inattese e molto surreali nella loro potenza e malinconia. La prima parte di ‘Dancing in Madness’ è un autentico capolavoro per leggerezza e qualità che riporta alla mente momenti ipnotici e onirici, movimenti estremi e gentili che poi si riversano in linee turbate da contorsioni acustiche. Un grande e lunghissimo brano che richiama le stesure su pentagramma di tempi impossibili da dimeticare, ormai masticati e diventati bene comune.

E’ un album vibrante, carico, emozionante e in alcuni casi disturbato… c’è tanto della storia dela rock in ‘Heartless’, tantissimo da ascoltare. E’ un lavoro che riesce a catturare l’attenzione e capace di incantare poichè abile nel trascinare nei contorti ambienti del e nel profondo.

Per me una bella scoperta, una bella sorpresa che apre la mia mente verso territori già conosciuti ma più attuali, non così originali, ma apprezzabili in qualità composizione e distorta realtà.

‘Heartless’, nonostante il titolo dica il contrario è un album composto dal cuore e non solo dalla mente, potente, una tristissima gioia che esplode in distorsioni e lunghissimi solo di chitarra, da colossali e maestosi ritmiche e linee vocali a volte graffianti e volte lamentose, afflitte, sofferte…

‘I Swa the End’, ‘Dancing in Madness’, ‘Lie of Survival’, la title track e l’interminabile e variegata ‘A Plea for Understanding’ sono dei momenti di alta creatività, belli, profondi, toccanti.

Consigliato!

www.pallbearerdoom.com

Tracklist:
1. I Saw the End
2. Thorns
3. Lie of Survival
4. Dancing in Madness
5. Cruel Road
6. Heartless
7. A Plea for Understanding

Band:
Brett Campbell – voce, chitarra
Devin Holt – chitarra, voce
Joseph D. Rowland – basso, voce
Mark Lierly – batteria

 

About Francesco Amato 464 Articoli
Cofondatore e Caporedattore di www.longliverocknroll.it - Lunga Vita al Rock'n'Roll

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*