Rock Goddess – This Time (promo)

Sud di Londra, Wandsworth, anno 1977.
E’ qui che Jody e Julie Turner, due sorelle di 13 e 9 anni, diedero alla luce il progetto ROCK GODDESS, band dedita al rock duro influenzata da un ambiente che, per l’epoca, era il massimo dell’ispirazione.
Completata la line-up con l’amica bassista Tracey Lamb , Jody (chitarra e voce) e Julie (batteria) iniziarono a farsi notare nel “giro che conta” , con esibizioni live di livello tra cui il Reading Festival del 1982, in compagnia di mostri sacri come Iron Maiden e Gary Moore, esibizione che valse loro un contratto con la discografica A&M.

Grazie alle loro abilità e alla collaborazione con produttori di un certo livello come Vic Maile (Motorhead e Girlschool) e Chris Tsangarides (Judas Priest, Anvil, Gary Moore, Thin Lizzy e tanti altri) , la band, negli anni si affermò nelle classifiche britanniche con album e singoli di spessore tanto da portarle ancora in turné con Iron Maiden e Def Leppard per tutta Europa.
Svariati cambi di formazione influirono poi sulla storia della band che si sciolse ufficialmente nel 1987 dopo l’album
Young and Free, prima di tornare sulla scena ventisei anni dopo, anno 2013, con alcune esibizioni live che interessarono nuovamente i fan più sfegatati tanto da portarle alla stesura di un ep di tre tracce,It’s More Than Rock And Roll, con in formazione, le due sorelle Turner e Tracey Lamb.
Più tardi, anno 2018, la Lamb sarà costretta, per motivi personali imprevisti, a dimettersi nuovamente lasciando il posto alla talentuosa Jenny Lane e con questa definitiva formazione, quest’anno, il primo Marzo 2019, la band rilascerà il nuovo attesissimo album THIS TIME.

Nell’ attesa, la casa discografica Bite You To Death Records, in collaborazione con la Cargo records, ci ha dato in assaggio questi due estratti, ARE YOU READY e CALLING TO SPACE, per scaldare i motori.

Pronti, partenza, via.

E partiamo proprio da ARE YOU READY, pezzo assolutamente personale, il ritorno sulle scene con la grinta e la determinazione di un tempo.
La voglia di tornare a contare, con l’orgoglio di aver fatto parte degli anni d’ oro e i gradi sulle spalle di chi può dire “io c’ero”.

“we come from great times NWOBHM is it’s name we’re proud of what put us where we are today”
 Scuola Judas senza mezzi termini, per un pezzo old school decisamente robusto.

CALLING TO SPACE ci riporta come il precedente, alle veraci sonorità ottantine, riff duri e cori trascinanti.
Il mondo come andrebbe visto, la vita come dovrebbe essere vissuta, tirando dritto e senza puntare gli occhi in alto  aspettando, come sovente capita, risposte da bizzarre e fantastiche divinità, quando basterebbe semplicemente guardarsi dentro.

“too busy looking up, we don’t see our days are numbered”

Ben impressionato?
Eccome, le ragazze terribili sono tornate, più in forma che mai, belle come il sole e cariche come molle.
Ci saranno anche voluti trentadue anni dall’ultima fatica discografica, ma se questo è l’antipasto,signore e signori, ho già le gambe sotto il tavolo.

www.rockgoddessofficial.co.uk

Band :

Jody Turner – chitarra e voce
Julie Turner – batteria
Jenny Lane – basso

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com