ROTTING CHRIST – La band è stata arrestata con l’accusa di terrorismo

I Rotting Christ sono stati arrestati, e successivamente rilasciati, in Georgia con l’accusa di terrorismo.

Sakis Tolis, frontman della band, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Siamo arrivati a Tbilisi la mattina del 12 Aprile. Dopo il normale controllo dei documenti, io e mio fratello siamo stati fermati dalla polizia all’interno dell’aeroporto. Dopo alcuni minuti la polizia ci ha ordinato di seguirli all’interno di un’altra area dell’aeroporto con la scusa di ulteriori accertamenti prima di entrare nel paese. Ci hanno tolto passaporti e telefoni e ci hanno messo in una cella. Quando abbiamo domandato il motivo dell’arresto, ci hanno risposto che il motivo era “confidenziale”. I nostri legali ci hanno successivamente informato che siamo nella lista di sicurezza nazionale come persone indesiderate in quanto definiti satanisti a causa del nome della band e quindi sospettati di terrorismo. Fortunatamente  solo i cognomi “Tolis” erano nella lista e quindi gli altri membri della band hanno potuto contattare i promoter locali per permettere il nostro rilascio ed iniziare le procedure legali. Il duro lavoro dei promoter insieme agli avvocati, ai giornalisti e agli attivisti in Georgia ci ha permesso di essere rilasciati. Siamo estremamente grati verso chiunque sia stato coinvolto in questa faccenda. Alla fine il nostro concerto c’è stato ed è stata una fantastica serata. Vogliamo inoltre ringraziare i nostri fratelli metallari della Georgia per il loro prezioso supporto.

I Rotting Christ hanno in seguito potuto lasciare il paese senza ulteriori complicazioni.

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com