Savage Machine – Abandon Earth

 

Autoproduzione – Gennaio 2018

Savage Machine. Una nuova band che arriva dalla Danimarca. ‘Abandon Earth’ è il primo full-length dopo un ep, ‘Through The Iron Forest’ del 2014. Fa piacere che dei ragazzi giovani abbiano voglia di suonare heavy metal piuttosto che buttarsi alla ricerca del successo facile e passeggero che altri generi offrono senza troppi sforzi. La band propone un metal classico abbastanza complesso e articolato con riferimenti a Iron Maiden, primi Savatage, Vicious Rumors, ricco di spunti interessanti, buoni e ricercati arrangiamenti, suonato con convinzione e una buona tecnica individuale. Il risultato finale non è immediato e necessita di ripetuti ascolti, alcuni passaggi andrebbero resi più fluidi snellendo così un po’ la struttura dei brani, però nel complesso le buone idee non mancano così come la convinzione e determinazione che questi ragazzi mettono nella loro musica.

Le dieci tracce di ‘Abandon Earth’ sono compatte e rocciose, i riff di chitarra in alcuni episodi sono molto riusciti come ad esempio nella veloce ‘Event Horizon’ autentica scheggia impazzita o in ‘Age Of Machines’ e ‘The Hunter’ due brani completi e senza punti deboli che evidenziano le qualità dei Savage Machine. Il cantato di Troels Rasmussen convince appieno nelle tonalità più aggressive e d’impatto (l’opener ‘Exodus’ o ‘Welcome To Hell’), un po’ meno quando “ammorbidisce” la voce come ad esempio nella parte iniziale di ‘Time Traveller’ o nella evocativa ‘Behind The Veil’ dove un arpeggio di chitarra fa da sottofondo a un’interpretazione un po’ forzata in quanto a pathos e drammaticità. I Savage Machine hanno realizzato un disco per nulla scontato e di facile assimilazione, con diversi ottimi episodi e altri nei quali evidenziano alcune incertezze e difetti. Siamo solo all’inizio del viaggio che questa band ha intrapreso, un viaggio nel futuro della disperazione post-apocalittica, dove infuria la guerra tra l’uomo e la macchina. Il pianeta Terra è morto, le ultime risorse sono state spese. La salvezza dell’umanità risiede nei cieli, ma chi merita di andare? C’è davvero qualcosa di diverso dall’oscurità la fuori? Questo è il messaggio e le domande, per ora senza risposta, che i Savage Machine vogliono farci arrivare.

Io una possibilità gliela darei, le qualità non mancano di certo e con alcuni accorgimenti e la determinazione che questi ragazzi hanno dimostrato di avere, potranno ritagliarsi il giusto spazio nel mondo dell’heavy metal.

www.savage-machine.com

Tracklist:

1.Exodus
2.Age Of Machines
3.The Hunter
4.Time Traveller
5.Behind The Veil
6.The Fourth Dimension
7.Fall Of Icarus
8.Event Horizon
9.Savior
10.Welcome To Hell

Band:

Martin Helbo – batteria
Simon Kalmar Poulsen – chitarra
Jacob Vestergaard Druedahl Bruun – chitarra
Troels Rasmussen – voce
Benjamin “Atlas” Andreassen – basso

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com