Secret Rule – Italians do it better! Angela Di Vincenzo, Intervista 2015

Secret Rule - Italians do it better! Intervista 2015

Dopo aver ascoltato ripetutamente lo splendido ‘Transposed Emotions’, album di debutto uscito per l’etichetta inglese Rocksector Records (rocksector.com), il vostro Long Live Rock’n’Roll , ovviamente, ha voluto saperne di più in merito a questa splendida realtà musicale nostrana! Siamo riusciti a raggiungere bravissima cantante della band, la sempre disponibile Angela Di Vincenzo, abile nell’illustrare perfettamente quello che sono attualmente i Secret Rule, parlando innanzitutto della soddisfazione di aver finalmente pubblicato l’album di debutto, offrendoci inoltre uno spaccato personale sulla sua carriera artistica dagli inizi ad oggi… tanti progetti imminenti ed un tour in arrivo… godendosi il presente, ma sempre con un occhio di riguardo al futuro…

Long Live Rock’n’Roll:  Ciao Angela, benvenuta sulle pagine di Long Live Rock’n’Roll website!

Angela:  Ciao Luke grazie per l’invito!

Long Live Rock’n’Roll:  Prima di parlare dei Secret Rule devo farti i complimenti: sei bravissima!

Angela: Grazie Luke. (ride)

Long Live Rock’n’Roll:  Da dove nasce la tua passione per il canto? Come hai iniziato? Hai studiato?

Angela: La mia passione è nata con me! Fin da piccola canticchiavo continuamente e spesso melodie inventate. Mi feci regalare fin dalle elementari flauto e tastiera e come sentivo un brano lo ripetevo quasi immediatamente ritrovando le note sullo strumento. A 15 anni la prima band di cover e brani inediti, qualche concorso fino ad arrivare alla fondazione dei Kyla Moyl, la prima band dove ho cominciato a scrivere totalmente i brani (linee vocali e testi). Quando si sciolsero i Kyla Moyl, in attesa di trovare un’altra band ho cominciato a studiare. Tre anni di canto lirico con il maestro Costantino D’Aniello, e poi altri tre anni con l’insegnante Francesca Tenuta (M+ Musica), che è riuscita a darmi gli strumenti giusti per gestire la voce senza snaturare la mia personalità.

Long Live Rock’n’Roll:  Sai, non amo particolarmente il cantato femminile insito su un tappeto musicale tipicamente Heavy… credo tolga rabbia e energia, specialmente dal vivo… ma anche regalare anche emozioni ….da che parte ti poni in merito?

Angela: Beh, sicuramente una voce femminile rimane generalmente più ‘aggraziata’ di quella maschile e regala una sfera diversa di emozioni. Ma ci sono tante cantanti donna a cui la grinta non manca, citerei Cristina Scabbia per restare in Italia, ma anche Lzzy Hale degli Halestorm o Angela Gossow ex cantante degli Arch Enemy (anche se non amo particolarmente quello stile). Credo che la carta vincente sia sempre l’energia che si riesce a trasmettere ad un live, donna o uomo che sia.

Long Live Rock’n’Roll:  Appena vi siete formati qual’era il vostro traguardo iniziale? Qualcosa è cambiato ora, dopo l’uscita di ‘Transposed Emotions’?

Angela: I Secret Rule sono nati con l’intenzione di fare qualcosa di ‘serio’ e ‘professionale’. Dopo le precedenti esperienze posso dire che finalmente ho una band in cui tutti guardiamo nella stessa direzione senza porci limiti. Diciamo che con l’uscita del disco è cresciuto l’interesse dei media e degli addetti ai lavori nei nostri confronti e stiamo quindi cercando di portare la nostra musica a più persone possibili per aumentare la nostra fan base.

Long Live Rock’n’Roll:  Come descriveresti la musica dei Secret Rule? E cosa ne pensi del lavoro alla sei corde di Andy Menario, impegnato anche con i Martiria? [di recente Andy ha lavorato con artisti del calibro di: Vinny Appice (Black Sabbath, Dio), Jeff Pilson (Dokken, Foreigner) e il chitarrista dei quiet Riot Carlos Cavazo]

Angela: Il sound che siamo riusciti a proporre attraverso la giusta alchimia trovata all’interno della band è il perfetto equilibrio tra strumenti e generi, tra potenza e melodia.  Con la nostra musica cerchiamo di portare anche dei messaggi significativi, cercando di non trascurare nessun aspetto. Conosco Andy da diversi anni perché ci eravamo già incrociati in un progetto parallelo nel 2002, avendo presente il suo stile e come avrebbe potuto arrangiare le mie linee vocali, non avevo dubbi sull’ottima riuscita.

Long Live Rock’n’Roll:   Domanda difficile e spero nella tua obiettività: pregi e difetti della band? O meglio su cosa dovete migliorare secondo te?

Angela:  Partendo dai pregi, come dicevo prima, sono:  il fatto di guardare tutti nella stessa direzione e che  nessuno si tira mai indietro davanti alle opportunità o le cose da fare. Tutti lavorano sodo, nessuno viene mai impreparato alle prove e l’entusiasmo è sempre alto. Siamo tutti alquanto diplomatici e nessuno invade lo spazio o le idee dell’altro in fase di arrangiamento. Difetti, se mi dai un altro po’ di tempo magari usciranno fuori e potrò raccontarteli alla prossima intervista! (ride!)

0d952d_1663d16653846d5e0ffcd9cbefbbe707

Long Live Rock’n’Roll:  Com’è nato questo disco e come avete approcciato il lavoro in studio di registrazione? Quanto vi ha aiutato avere Tue Madsen al vostro fianco e che aria si respira in Danimarca nei suoi Antfarm Studios?

Angela: Il disco è nato quasi ‘da solo’. Ho mandato ad Andy alcune linee vocali/testi, nel giro di pochi giorni lui me le ha rimandate indietro complete, perché combaciavano perfettamente con dei suoi brani strumentali, sia a livello di struttura che di tonalità. Sembra incredibile ma è stato così. Anche la lavorazione di nuovi brani comunque è stata veloce. Probabilmente siamo sulle stesse frequenze.  Per quanto riguarda la fase di registrazione del disco, si è lavorato molto in studio per arrivare il più preparati possibile e con le idee chiare. Come hai anticipato per il missaggio e il mastering, ci siamo affidati a Tue. Non è stata una novità lavorare con lui in quanto qualche anno fa aveva già curato la produzione dell’ultimo disco dei Martiria, quindi eravamo sereni sulla riuscita del risultato finale.

Long Live Rock’n’Roll:  Sei completamente soddisfatta dai responsi ottenuti da sinora ‘Transposed Emotions’ dalla stampa specializzata? (anche estera?)

Angela: Si sono molto soddisfatta (ride ancora)! Finora la critica, sia estera che italiana,  ha apprezzato il nostro sound eterogeneo e ha valutato il disco in maniera molto positiva. Inoltre mi fa ha fatto particolarmente piacere vedere che ci sono state difficoltà a collocarci in un genere specifico,  per me è un grande punto di forza della band.

Long Live Rock’n’Roll:  Mi è piaciuta molto ‘Vision’! vuoi parlarmi di questa bellissima canzone?

Angela: Vision è uno dei miei vecchi brani riarrangiato magnificamente da Andy. L’avevo scritto in un momento in cui non ero proprio felice con il ‘cuore’. Di questo brano negli anni ci sono state diverse versioni, ma questa è quella che la rappresenta al meglio. Sono felice ti piaccia perché piace molto anche a me.

Long Live Rock’n’Roll:  Negli ultimi anni cantanti femminili come Tarja Turunen passando per Anette Olzon e ora Floor Jansen, hanno e stanno decretando un successo mondiale ai Nightwish! Quali sono i vantaggi di avere una cantante femminile in una band di rock duro o quali gli svantaggi?

Angela: Probabilmente tra i vantaggi c’è quello di attrarre il ‘sesso’ maschile come pubblico,  lo svantaggio (per la band) quello di dover gestire una donna che per una settimana al mese sarà isterica! Ahahahahah

Long Live Rock’n’Roll:  C’è qualcuna di queste cantanti che ti piace particolarmente o a cui ti sei ispirata a qualcuna di loro in particolare?

Angela: Tra le tre voci che si sono susseguite nei Nightwish sicuramente preferisco Floor Jansen, trovo la sua voce più potente e con un timbro più ‘caldo’ rispetto alle precedenti. Per parlare di ispirazione, amo tantissimo la voce di Anouk e il suo modo di riuscire a stupire in ogni disco, utilizzando la voce sempre in modo diverso. L’ho vista anche dal vivo ed è una bomba! E’ stata sicuramente per me la maggior fonte di ispirazione.

Long Live Rock’n’Roll:  Prima di loro Anneke Van Giersbergen con The Gathering aveva ampiamente dimostrato che c’era ‘spazio’ per le voci femminili nel panorama metal/rock, poi si è stufata ed è andata a fare altro! …Angela, tu terrai duro invece?

Angela: Assolutamente si! Se sono stata ferma diversi anni è perché non ho voluto mai smettere di credere nel ‘rock’. Oggi, grazie ai Secret Rule un sogno si realizza, sarà difficile mollarlo, e siamo solo all’inizio.

Long Live Rock’n’Roll:  Anche Cristina Scabbia dei Lacuna Coil è diventata più che altro una cantante pop, ma purtroppo per lei non è Antonella Ruggero, quindi rischia di rimanere quasi del tutto sconosciuta in Italia…che ne pensi di queste scelte artistiche?

Angela: Forse il “purtroppo” è per Antonella Ruggero che non è Cristina Scabbia? (parlo di popolarità internazionale) Non credo che Cristina abbia fatto scelte in funzione del mercato, credo piuttosto che il suono dei Lacuna Coil si sia evoluto come è giusto che sia, per band che sono sulla scena da diversi anni. Per quanto mi riguarda, suonando rock e metal, meglio essere famosi in tutto il mondo piuttosto che rimanere confinati nello stivale. (applausi! n.d.r.)

Long Live Rock’n’Roll:  Il panorama italiano latita da parecchi anni ormai in una situazione stagnate, c’è qualche artista che segui con attenzione o con cui hai avuto modo di relazionarti e chiedere/dare consigli? Anche in campi differenti o addirittura al di fuori dal rock duro?

Angela: Negli ultimi anni ho avuto modo di seguire da molto vicino i Kutso, tra l’altro cari amici, che quest’anno sono stati a Sanremo, quindi ho potuto osservare il loro percorso e il duro lavoro che c’è stato dietro ad un progetto ambizioso. Forse è l’unica o uno delle poche realtà di rock italiano che ha saputo trovare una formula giusta per farsi spazio in questa giungla di arrivisti improvvisati. (applausi a scena aperta! n.d.r.)

Long Live Rock’n’Roll:  Anche la situazione concertistica è critica….  suonate spesso a Roma?

Angela: Purtroppo la situazione spesso è in mano ad addetti ai lavori che di musica ci capiscono davvero poco e come in tutti gli ambiti professionali in Italia o sei ‘ammanicato’ o difficilmente ne esci bene. In ogni caso non prevediamo di suonare spesso a Roma, anche perché il nostro obiettivo è girare il più possibile e diffondere la nostra musica. Inoltre suonare sempre nello stesso posto risulterebbe noioso.

Long Live Rock’n’Roll:  Vorrei avere il tuo punto di vista anche sul crowdfunding e sul pay to play…due aspetti caratteristici ed al tempo stesso emblematici (tristi) del periodo che tutti stiamo vivendo….non credi? Vi chiedessero 5.000€ x suonare con Nightwish o Within Temptation? Accettereste?

Angela: Considero il ‘crowfunding’ un sistema non dignitoso per i musicisti stessi, dovrebbero prendersi le proprie responsabilità, anche economiche, del lavoro che stanno andando a creare. Se non sono i primi ad investire e credere in loro stessi per partire, perché dovrebbero farlo gli altri? Per quanto riguarda il pay to play, si è triste ma purtroppo è così e nemmeno c’è una selezione artistica. Anche lì spesso agganci e soldi la fanno da padrone, chissà se la fortuna ogni tanto entra in gioco. Ma data la situazione, anche in questo caso dovrebbe subentrare l’intelligenza della band. Se ha dei riscontri positivi dall’uscita di un album, dai live ecc, investire potrebbe essere buono per avere l’opportunità di aumentare la propria popolarità e fan base. Se vali poco, puoi anche aprire alla band più famosa del mondo ma non ti si filerà cmq nessuno. Se ci capitasse un’occasione del genere, per “soli” cinquemila euro…chissà..forse un pensierino ce lo faremmo ahuahauhuah!

0d952d_f9e5254dd6ca364a3ad0a2d0dd1b1b9b

Long Live Rock’n’Roll:  Come promuoverete il disco e la band in Italia?

Angela: Come spiegavo prima, riguardo la situazione concertistica in Italia è sempre molto difficile pianificare serate, ma stiamo tentando di pianificarne ad aprile. Ci riesce molto più facile organizzare all’estero. Spero cambi la situazione in Italia ma il problema sono le “teste” e ho paura che prima debba avvenire un cambio generazionale…quindi passerà molto tempo…ma vedremo di organizzarci per la prossima vita!

Long Live Rock’n’Roll:  Impegni imminenti? Progetti futuri?

Angela: Impegni imminenti, due tour in Europa a Maggio e Luglio per la promozione del disco. Non vediamo l’ora di partire! Progetti futuri, ci godiamo il presente (ride). Siamo stati confermati al SOS Festival il prossimo 18 luglio in Inghilterra !!!

Long Live Rock’n’Roll:  Musica a parte: Roma o Lazio ?

Angela: Preferisco un bel film sugli alieni! (ride)

Long Live Rock’n’Roll:  Chi è Angela Di Vincenzo nella vita di tutti i giorni?

Angela: Un’impiegata da circa 13 anni in una grossa azienda di telecomunicazioni che spera di lasciare prima o poi per vivere di sola musica (il mio sogno).

Long Live Rock’n’Roll:  Siamo giunti ai saluti finali, a presto Angela e grazie per aver chiacchierato un po’ con noi dei Secret Rule…

Angela: Grazie Luke, è stato divertente rispondere alla tue domande. Invito chi non ci conosce ad ascoltare il disco e a seguirci sulla nostra pagina facebook www.facebook.com/secretruleband e sul nostro sito www.secretrule.it. Grazie per lo spazio e a presto!

Secret Rule :

Angela Di Vincenzo – Voice
Andy Menario – Guitar
Michele Raspanti – Bass
Ruben Ramirez – Drums

Articoli Correlati

1 Commento su Secret Rule – Italians do it better! Angela Di Vincenzo, Intervista 2015

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*