Shadowpath – Rumours Of A Coming Dawn

 

Autoproduzione – Ottobre 2017

Dalla Svizzera arrivano gli Shadowpath, interessante combo che si destreggia tra sonorità power metal mischiate ad elementi death e symphonic.
Niente di originale o strabiliante però alcuni spunti degni di nota non mancano tra i solchi di ‘Rumours Of A Coming Dawn’, questo il titolo dell’album.
Come in altri gruppi dello stesso genere, non manca il connubio tra voce eterea femminile e voce in growl maschile.
Per quanto riguarda gli Shadowpath l’operazione non funziona a dovere in quanto le due voci non si amalgamano bene un po’ per le caratteristiche tecniche (troppo debole e poco espressiva in alcuni frangenti quella di Gisselle Rousseau) e un po’ perché l’accoppiata mi è sembrata a volte troppo forzata.

La parte musicale e le strutture dei brani, risultano ben fatte e interessanti. Le melodie non mancano così come i tecnicismi dei singoli musicisti, che riescono a ricreare atmosfere a tratta sognanti contrapposte ad altre più aggressive ed estreme.
La durata delle canzoni è piuttosto lunga ma questo non è assolutamente un difetto e permette alla band di sviluppare al meglio le idee e di non rimanere prigioniera dei quattro minuti standard.

Gli episodi migliori sono ‘Chaos Equation’, ‘Seed Of Hope’, la lunga ‘The Impossible Chain’, ‘Beta’ e ‘Deny Me’ il brano migliore dove la voce di Gisselle qui è più piena e convinta, emoziona e da un valore aggiunto alla canzone.

Rumours Of A Coming Dawn’ è un lavoro fatto di luci e ombre che fanno raggiungere alla band una meritata sufficienza ma che non permettono di farle il salto di qualità.

Le incertezze e i difetti evidenziati (ovviamente a mio giudizio) potranno essere migliorati, le qualità ci sono eccome.
Il lavoro, l’impegno e la convinzione alla lunga pagano.

www.shadowpath.ch

Tracklist:

1.Prelude To Agony
2.Chaos Equation
3.Seed Of Hope
4.The Impossible Chain
5.Another Inquisitor
6.Deny Me
7.For A Final Ultimatum
8.Beta

Band:

Samuel Baumann – batteria
Philipp Bohny – tastiere, voce
Stefano Riario – chitarra
Gisselle Rousseau – voce
Amos Zürcher – batteria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*