Sleaze N’ Roll Festival 2017 – Intervista con Mariza Crash

 Intervista a cura di Alessandro Aina

Scroll down for the English version

LLRNR: Ciao Mariza e benvenuta a LLRNR! Sei stata una delle organizzatrici, insieme a Dr. Love Production, della seconda edizione dello “Sleaze N’ Roll Festival”, che si è tenuto ad Atene negli scorsi 7 e 8 Aprile. Come ti senti dopo questi show? Possiamo immaginare che saranno stati dei giorni abbastanza impegnativi, vero?        

Mariza: Questa è stata la seconda edizione dello “Sleaze N’ Roll Festival”, ma in realtà è stato il terzo evento da me organizzato. Il primo si chiamava “Live Fast Rock Young” e comprendeva un bill composto da sole band greche. Ho cambiato il nome optando per qualcosa di più semplice da ricordare, oltre ad essere il nome del mio vecchio programma radiofonico di quando lavoravo per Rockmachine.Gr. Questa edizione è stata sicuramente la più difficile da organizzare: otto bands in totale e tre di loro provenienti da altre nazioni, con tutte le complicazioni logistiche del caso. Durante i due giorni del festival dovevo essere presente sin dal primo soundcheck delle 13 fino alle 4 del mattino dopo, per assicurarmi che tutte le tempistiche venissero rispettate ed in più il secondo giorno ho anche guidato un paio d’ore per andare a prendere ed accompagnare i Nasty Ratz all’aeroporto, in tempo per il loro volo delle 6.30 del mattino. Oggi è il 13 Aprile (l’intervista risale a settimana scorsa, ndr) e, a quattro giorni dal festival, mi sento ancora esausta: la verità è che ho però amato ogni singolo minuto di tutto questo e non cambierei nulla dei due giorni del festival.

LLRNR: In confronto alla scorsa edizione, avete raddoppiato i giorni del festival proponendo in cartellone bands provenienti dalla scena greca come Heavenblack, Ganzi Gun, Sleazy Lizards, Heart Attack, Wild Rose e bands provenienti dalla scena europea come Strangers, Nasty Ratz e Toxic Rose. Quanto tempo ci è voluto per organizzare il festival?

Mariza: Credo che per organizzare il tutto ci siano voluti più di cinque mesi! Devi essere preparato per qualsiasi cosa che possa andare male! Ed infatti molte cose non sono andate per il verso giusto durante l’organizzazione, ma ho avuto il tempo necessario per sistemare il tutto. Per esempio il volo dei Toxic Rose dall’Ucraina è stato cancellato e loro sono arrivati quindici ore dopo il previsto; fortunatamente avevo prenotato il loro volo con un giorno di anticipo rispetto alla data nella quale dovevano essere sul palco e quindi si sono esibiti senza alcun ritardo.                                                           

LLRNR: Quali sono state le maggiori difficoltà che hai dovuto affrontare durante la fase di organizzazione del festival?                                                          

Mariza: Per via del ritardo del volo dei Toxic Rose, ho dovuto trovare qualcuno disponibile ad andare a prenderli all’aeroporto alle 5.45 della mattina. Non è stato facilissimo. Ero in costante contatto con la band al fine di trovare loro una soluzione ed in contemporanea continuavo a lavorare all’organizzazione del festival: avevo suggerito loro di prendere un taxi, ma non si fidavano di viaggiare con uno sconosciuto; posso capirli.

LLRNR: Hai contattato direttamente tu i gruppi? Come?

Mariza: Gli Strangers ci hanno contattato attraverso un amico comune e ci hanno chiesto di suonare al festival: ho ascoltato il loro album e non ho avuto esitazioni ad aggiungerli nella line up. I Nasty Ratz invece avevano già suonato qui lo scorso anno ed eravamo rimasti in ottimi rapporti. E’ stato molto semplice convincerli, ormai siamo amici. Anche per i Toxic Rose è stato molto semplice, essendo io una loro grande fan sia dal loro primo EP: ho semplicemente contattato il loro chitarrista su Facebook, chiedendogli se fosse interessato e lui ha risposto immediatamente di sì.

LLRNR: La locandina dell’evento è davvero ben fatta, con i due pugni di fuoco sullo sfondo. Puoi dirci qualcosa di più a tal riguardo? Chi l’ha realizzata?

Mariza: Concordo: è davvero fantastica!!! E’ la migliore mai realizzata fino ad oggi! Il mio carissimo amico (oltre che manager dei Wild Rose) Chris Siloma è l’autore della locandina. E’ tutto merito suo!                                                                    

LLRNR: Dove possiamo scoprire altre informazioni sul festival ed in particolare sulle bands che vi hanno partecipato? C’è una pagina Facebook?                    

Mariza: La nostra pagina ufficiale su Facebook è www.facebook.com/SleazeNRollFestival. Anche tutte le band presenti al festival hanno una pagina Facebook ufficiale, non sarà difficile trovarle.

LLRNR: Sei anche l’organizzatrice dell’evento “After The Wave Festival”. La tua è una professione a tempo pieno o è un hobby mosso da un incredibile passione per il Rock, in particolare per la scena greca?                 

Mariza: Esatto, organizzo anche l’“After The Wave Festival”, che è stato il primo festival che ho organizzato nel 2014 con heavy metal band greche; è un festival dedicato alle giovani bands, lo organizzo tutto da sola e ne sono molto orgogliosa. Questo purtroppo non è il mio lavoro a tempo pieno, ma solo un hobby che soddisfa la mia passione per la musica metal in generale: non ho preferenze specifiche, spazio fino al thrash e al power. Anche se la mia vera passione resta l’hard rock, in tutte le sue espressioni.

LLRNR: Hai già qualche idea sulla quarta edizione dello Sleaze n’ Roll Festival per il 2018?                     

Mariza: Ho molte idee, ma per il momento non ho ancora avuto tempo per pianificare la quarta edizione. Ci vorrà un po’ per la prossima edizione dello Sleaze n’ Roll Festival, ma quando ci sarà vi prometto che sarà la migliore! Vi aspetto!

LLRNR: Quali sono le bands (sia della scena locale che internazionali) che vorresti portare sul palco per la prossima edizione?  

Mariza: Avrei in mente diverse bands. Di sicuro Crazy Lixx, Dynazty, Eclipse, Houston, Tigertailz, H.E.A.T e Hardcore Superstar.

LLRNR: In chiusura, hai qualche suggerimento da dare alle giovani bands della scena greca per provare ad emergere?

Mariza: La lotta per emergere si fa ogni giorno più dura, quindi se vuoi farti largo devi distinguerti dalla massa e cercare di renderti unico. Questo è quello che conta: prendete esempio dai Toxic Rose!

LLRNR: Grazie Mariza per il tempo che hai voluto dedicarci: facci sapere quando organizzerai la prossima edizione allora!

Mariza: Grazie a voi. A presto allora!

English Version

LLRNR: Hi Mariza and welcome to LLRNR! You are one of the organizers, together with Dr.Love Production, of the 2nd edition of the Sleaze and Roll Festival that was held in Athens last weekend. How are you after the shows? I guess it’s has been quite busy days, isn’t it?

Mariza: Well this was the 3rd one actually .The first one was called “Live Fast Rock Young” and the line up was only Greek bands. I changed the name because I preferred something more easy to remember and it’s also the name of my old radio show when I used to work for Rockmachine.Gr. This one was definitely the hardest festival that I had to organize. We had eight bands and three of them were from abroad, so there were so many things to take care of until the day of the show. The two days of the show I had to be in the venue from the beginning of the first sound check to make sure that the time schedule wouldn’t go wrong. So I was up and running from 13.00 till 04.00 the next day. The same with the 2nd day where I also had to drive almost two hours to pick up Nasty Ratz from where they stayed and drive them to the airport at 06.30 in the morning. Today is April 13th and its four days after the festival but I still feel exhausted. The truth is though that I loved every minute of it and I wouldn’t change a thing of those two days.

LLRNR: Compared to the first edition (one day show) you have already doubled the gigs with two days full of bands from the Greek scene like HeavenblackGanzi Gun, Sleazy Lizards, Heart Attack, Wild Rose and bands from the European scene like Strangers, Nasty Ratz and Toxic Rose.How long does it take to organize this festival?

Mariza: I think I was organizing the whole thing for more than five months ! You have to be ready for everything that might go wrong! Of course many things did go wrong but in the end nobody was affected. I had enough time to fix it! For example, the Toxic Rose flight has been cancelled and they arrived fifteen hours later that expected. Fortunately I’ve booked their flight one day earlier compared to the day show and so they were on stage without any problem.

LLRNR: What are the main difficulties that you’ve faced during the organization phase?                                     

Mariza: Because of Toxic Rose’s flight delay, I had to find someone available at 5.45 in the morning to pick them up from the airport. Which was really hard. I was constantly on Messenger with Toxic Rose trying to find a solution while I was working in the festival at the same time. I suggested a taxi but they didn’t feel comfortable with a stranger. It makes sense.

LLRNR: Did you contact directly the bands? How?

Mariza: Strangers contacted us through a friend and they asked to play in the festival. I listened to their album and I was sure that I wanted them in the line up. Nasty Ratz played in the 2nd edition and everyone loved them, so I asked them to come back. It was too easy for me because we are friends now! As for Toxic Rose, well I am a big fan of them since the EP so I found the guitar player in Facebook and I asked him if he would be interested. He said yes without second thought!

LLRNR: The event poster is really cool with the two flame fists in the background. Could you tell us more about it? Who realized it?

Mariza: Yes, the poster is awesome! It’s the best one so far! My very good friend Chris Siloma designed the poster. He is also the manager for Wild Rose. It was all his idea and I am proud of him, ahahah!                                                

LLRNR: Where can we learn more about the festival, especially about the bands that were on the bill? is it there a Facebook page?                      

Mariza: Our official page on Facebook is www.facebook.com/SleazeNRollFestival. I think the better way to learn more about the bands is to find them on Facebook. They all have a Facebook page for their band. It won’t be hard!!

LLRNR: I’ve seen that you are the organizer of “After The Wave Festival” as well. Is this your full time job or just a hobby moved by your incredible passion for rock, especially for the Greek scene?

Mariza: Yes I am. “After The Wave Festival” is my first festival , which started in 2014, with Greek heavy metal bands. I organize it all by myself and I am really proud of it. It’s a festival mostly for young bands. This is definitely not my real job. This is clearly a hobby that satisfies my passion for metal music in general. I don’t like only greek bands and only one kind of metal! I also like Thrash and Power. My truly passion though is Hard Rock music in all its expressions.

LLRNR: Do you have already some ideas about the 4th edition? Sleaze ‘n Roll Festival 2018?      

Mariza: I had many ideas but I don’t have the time to organize a 4th edition yet. It will take a while until there will be another Sleaze n’ Roll Festival. But when it does, I promise it will be the BEST! You should be there!

LLRNR: What are the bands (both from local and international scene) that you would like to see on stagefor the next edition?   

Mariza: I have many bands that I would love to have in the next line up. Some of them are: Crazy Lixx, Dynazty, Eclipse, Houston, Tigertailz, H.E.A.T and Hardcore Superstar.

LLRNR: Do you have some advice to give to the young emerging greek bands?

Mariza: The competition gets bigger every day. So if you wanna stand out from the rest of the new bands, then you should be unique. That’s all that matters. Toxic Rose is a great example!

LLRNR: Thanks Mariza for your time and let us know when the next edition will be organized!

Mariza: Thanks to you and see you soon then!

Articoli Correlati

About Andrea Donati 89 Articoli
All you need to know about me is that I was born and raised on Rock 'n' Roll. We'd better let the music do the talking, as Joe Perry used to say...
Contact: Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*