Sweet & Lynch – Unified

 

Frontiers Music S.r.l. – Novembre 2017

Due dei più raffinati e dotati musicisti del panorama musicale hard/metal, qualche anno fa si sono uniti per dare vita ad un progetto sicuramente affascinante ma che lasciava qualche dubbio sulla sua durata nel tempo.
A distanza di due anni dal primo lavoro, ‘Only To Rise’ (buono ma migliorabile), la coppia Sweet/Lynch ritorna con un nuovo disco, ‘Unified’, confermando nella band il grande James Lomenzo al basso (White Lion, Black Label Society, Megadeth) e il batterista Brian Tichy (Pride & Glory, Billy Idol, Whitesnake, The Dead Daisies), insomma una formazione di grande spessore.

Lo dico subito, non siamo al cospetto di un disco memorabile. Parliamoci chiaro, l’ispirazione non può essere più quella di trent’anni fa, quella che ha partorito capolavori come ‘Soldiers Under Command’ o ‘Under Lock And Key’, è un fattore naturale e fisiologico.
Ci dobbiamo accontentare di buone canzoni, che magari fra qualche anno non ricorderemo più, in fondo è quello che sta succedendo nella musica odierna.
Quanti album di quelli pubblicati negli ultimi anni ascoltiamo ancora con piacere e ricordiamo ogni singola nota? Pochi, pochissimi direi…
Unified’ è comunque un disco godibile che non si discosta molto dal debutto, si fa ascoltare con piacere ma al tempo stesso non ti fa saltare dalla sedia.
Ovviamente chi ha amato e ama tutt’ora Stryper, Dokken, Lynch Mob, qui troverà dei chiari riferimenti al sound di queste band, non poteva essere altrimenti e sinceramente è quello che tutti noi volevamo.

Varia la scaletta, si passa da pezzi decisamente hard come l’opener ‘Promised Land’ (Michael Sweet ha ancora una gran voce…) tirata e graffiante, ‘Make Your Mark’ e ‘Heart Of Fire’ ad altri più melodici e riflessivi, ‘Tried & True’ e ‘Bridge Of Broken Lies’ e la title track, a mio avviso le tracce migliori.

Non mancano delle piccole sorprese che necessitano di ripetuti ascolti per essere apprezzate in pieno.
E’ il caso di ‘Walk’, un brano che all’inizio sembra ‘Walk This Way’ versione con i Run DMC, per poi aprirsi in celestiali melodie alla Stryper. Originale e divertente.
L’oscura e ossessiva ‘Afterlife’ con un insolito e ‘indemoniato’ Michael Sweet alla voce è un mix di Dokken old/new school (‘Back For The Attack’/Shadowlife’).

Unified’ è un disco vario che ovviamente racchiude le esperienze musicali passate e presenti dei due leader, presentando un sound riconoscibile nota per nota e una manciata di ottimi brani.
La produzione e la cura per gli arrangiamenti sono come sempre di livello, così come le prestazioni di tutta la band, anche se le attenzioni maggiori sono ovviamente rivolte al duo Sweet & Lynch.

L’unione di personaggi di spicco della scena rock/metal sembra una tendenza sempre più radicata, il che può essere positivo visto l’interesse che creano, ma al tempo stesso dimostra come le nuove proposte musicali non siano all’altezza di un illustre passato che fortunatamente non ne vuole sapere di scomparire.

www.sweetandlynch.com

Tracklist:

1.Promised Land
2.Walk
3.Afterlife
4.Make Your Mark
5.Tried & True
6.Unified
7.Find Your Way
8.Heart Of Fire
9.Bridge Of Broken Lies
10.Better Man
11.Live To Die

Band:

Michael Sweet – voce, chitarra
George Lynch – chitarra
James Lomenzo – basso
Brian Tichy – batteria

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*