Terror Tales – A Tribute To Death SS

 

Black Widow Records – Ottobre 2018

A distanza di quarant’anni il nome Death SS genera ancora tanto fermento ed entusiasmo, in fondo parliamo di una delle band metal più influenti (non solo in Italia) e personali della scena musicale.
Tre cd e quattro vinili con limited edition in copertina di velluto e inserti speciali. Così si presenta ‘Terror Tales – A Tribute To Death SS’, una monumentale opera prodotta e pubblicata dall’etichetta Black Widow Records, trentacinque bands, italiane e straniere, che con il loro stile omaggiano i Death SS di Steve Sylvester in questo affascinante ed esauriente tributo.
Impossibile non giudicare positivamente questo immenso prodotto, davvero completo sotto tutti i punti di vista.
La scaletta pesca a piene mani da tutti i grandi album prodotti dai Death SS, partendo da ‘In Death Of Steve Sylvester…’, passando da ‘Heavy Demons’ e ‘Do What Thou Wilt’ fino a ‘The Seventh Seal’ e ‘Resurrection’.
Il livello qualitativo è molto alto e salvo qualche band che a mio avviso non è riuscita a riproporre lo spirito dei Death SS, siamo sicuramente dinanzi a un grande album e tributo.
Fare di questa recensione un track by track non avrebbe molto senso, mi preme però citare le versioni meglio riuscite, alcune simili all’originale altre diverse.

La storica ‘Terror’ apre le danze, in questa versione ad opera dei Denial Of God che non si discosta molto dall’originale riuscendo a mantenere quell’aura horrorifica e claustrofobica.
I Watain propongono una versione decadent-black di ‘Chains Of Death’ e qui torniamo indietro di tantissimo tempo, ai primi anni ottanta e ai primi Death SS.
Bella ‘Cursed Mama’ dei Varego, band ligure davvero interessante, una versione davvero travolgente e frizzante.
Decadente e teatrale ‘In The Darkness’, un altro pezzo di storia suonata dai The Mugshots e Mortiis, ottima atmosfera ed esecuzione perfetta.
Non potevano mancare i Bulldozer, band storica del metal italiano che propongono la devastante ‘Murder Angels’ con il loro inconfondibile stile grezzo e tagliente.
I Deathless Legacy, altra interessantissima realtà del nostro panorama musicale, si cimentano con ‘Baphomet’ e ovviamente il risultato è sopra la media, davvero bravi questi ragazzi.

Passiamo al secondo cd che si apre con ‘Vampire’ (il mio brano preferito dei Death SS). L’impero Delle Ombre, band pugliese da riscoprire ha l’arduo compito di riproporre uno dei pezzi più rappresentativi della band di Steve Sylvester, ma senza timore alcuno riesce nell’impresa anche se la parte finale non riesce ad avere lo stesso pathos della versione originale.
Altra grande band del panorama musicale italiano, i Forgotten Tomb con ‘Where Have You Gone?’ brano di notevole successo qui in una versione più pesante.
Another Life’ tratta da ‘The 7th Seal’ è un piccolo gioiellino anche nelle mani de Il Segno Del Comando band di culto che ha raccolto poco in carriera, troppo poco.
Tanto Black Sabbath in ‘Agreement With The Devil’ anche nella proposta dei Vampyromorpha e ‘Zombie’ davvero inquietante qui suonata magistralmente e con quel gusto retrò dai Blue Dawn.
Grande groove con i Kaledon e ‘Let The Sabbath Begin’ meno elettronica dell’originale e più metal.
Heavy metal classico con gli Shadows Of Steel che con ‘Heavy Demons’ ci ricordano un grande anthem del metal italiano.
Molto interessante la versione di ‘Kings Of Evil’ ad opera dei Witches Of Doom che stravolgono completamente uno dei brani più famosi dei Death SS, una versione che all’inizio magari farà storcere il naso, ma che risulta davvero coraggiosa.
In chiusura troviamo la storica ‘Black Mummy’ e la versione degli Space God Ritual band americana vicina al doom metal.

Non mi resta che consigliarvi assolutamente questo sontuoso tributo, un’opera che ancora una volta ci fa capire la grandezza dei Death SS, una band sempre avanti agli altri, una band unica che in quarant’anni di carriera ha cambiato pelle più volte stupendo tutti e realizzando dischi di assoluto valore. Un encomio con lode alla Black Widow Records etichetta di qualità superiore, da preservare e proteggere come una specie in via di estinzione.

www.blackwidow.it
www.stevesylvester.com/deathss

Tracklist:

CD1:

1.Violet Overture – SIGH feat. STEVE SYLVESTER
2.Terror – DENIAL OF GOD
3.Chains Of Death – WATAIN
4.Horrible Eyes – EVIL SPIRIT
5.Black Mummy – ANAEL
6.Scarlet Woman – DARK QUARTERER
7.Cursed Mama – VAREGO
8.The Night Of The Witch – DOOMRAISER
9.In The Darkness – THE MUGSHOTS feat. MORTIIS
10.Murder Angels – BULLDOZER
11.Black And Violet – BLEEDING FIST
12.Baphomet – DEATHLESS LEGACY

CD2:

1.Vampire – L’IMPERO DELLE OMBRE
2.The Seventh Seal – BLACK OATH
3.The Shrine In The Gloom – ALBERT BELL’S SACRO SANCTUS
4.Where Have You Gone? – FORGOTTEN TOMB
5.Family Vault – NOKTURNAL MORTUM
6.Lilith – NORTHWINDS
7.Death – HELL OBELISCO
8.Panic – TREVOR AND THE WOLVES
9.Another Life – IL SEGNO DEL COMANDO
10.Agreement With The Devil – VAMPYROMORPHA
11.Zombie – BLUE DAWN

CD3:

1.Devil’s Graal – HALL OF GLASS
2.Schizophrenic – NIBIRU
3.Let The Sabbath Begin – KALEDON
4.Heavy Demons – SHADOWS OF STEEL
5.The Darkest Night – PROCESSION
6.Cannibal Queen – DAMNATION GALLERY
7.The Bones And The Grave – EPITAPH
8.Dionysus – VOID MOON
9.Kings Of Evil – WITCHES OF DOOM
10.Ogre’s Lullaby – MEGATHERIUM
11.Profanation – SLAP GURU
12.Black Mummy – SPACE GOD RITUAL

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com