True Love – The Pact

Triple-B Records – Gennaio 2018

Recensione a cura di Luca Cescon.

Una manciata di Carry On, un pizzico di Terror e quel Boston-touch che non delude mai: su un piatto d’argento, ecco serviti i True Love. Formatosi nel 2013, il quintetto straight edge di Detroit è ormai un punto fermo della scena statunitense, grazie a una serie di uscite discografiche serrate come i brani che compongono gli album della band.

“The Pact”, rilasciato dalla Triple-B Records di Boston, segna il definitivo salto di qualità, grazie finalmente a una registrazione di alto livello e a una composizione dei brani accurata, diretta e spregiudicata.

In otto tracce e meno di quindici minuti di durata i True Love riescono a tessere una intricata tela fatta di sfrecciate punk, beatdown al cardiopalma e interessanti spunti stilistici (come la strumentale Saudade).

La copertina di “The Pact” non lascia nulla al caso: la fotografia di Danielle Parsons proietta l’ascoltatore all’interno di un vorticoso turbinio a cavallo tra gli anni ’00, la ferocia del sound made in Los Angeles e il revival hardcore dell’ultimo lustro.

Outside of Outsiders non risparmia fin da subito una bella sgroppata, inframmezzata da un breakdown che rimanda al NYHC, punto di partenza mai dimenticato dalla quasi totalità delle band del panorama attuale.

Con la successiva Scene of the Crime si torna indietro al sound di partenza dei True Love, e soprattutto ad A Floral Note e Heaven’s Too Good For Us, lavori che hanno dato una ulteriore bandiera musicale alla cultura straight edge statunitense.

Se la title track The Pact sforna una serie di riff tutti da saltare e da affrontare in circle pit, le seguenti Nothing Left, Change or Die e The Other Way solidificano l’otto tracce grazie a una sfrontatezza per nulla banale.

I giri di chitarra, così come le tonalità vocali e la sessione ritmica non si limitano a portare semplicemente la barca in porto, bensì si prendono oneri e onori attraverso una composizione che farà di The Pact una delle uscite di punta nel suo genere.

In conclusione, Saudade prepara il campo di battaglia e Care of Cell lo fa esplodere, grazie a un mix di melodia, singalong e breakdown finale tesissimo come un cross in piena area di rigore.

L’hardcore punk si conferma in piena salute, e questo album rientra in un pacchetto di uscite degno di nota e di considerazione: i True Love riescono finalmente a superare l’ostacolo di una immediatezza forse troppo esasperata confezionando una piccola pietra miliare da porre su una strada, chiamata underground, già ricca di capolavori.

https://bbbrecords.bandcamp.com/album/the-pact

Track List:

  1. Outsider of Outsiders
  2. Scene of the Crime
  3. The Pact
  4. Nothing Left
  5. Change or Die
  6. The Other Way
  7. Saudade
  8. Care of Cell

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*