Richard William Wright nasceva a Londra il 28 luglio 1943. Cantautore, polistrumentista e compositore britannico, è stato il tastierista dei Pink Floyd, di cui fu cofondatore insieme a Syd Barrett, Roger Waters e Nick Mason.

Tra i suoi pezzi più conosciuti vi sono due canzoni dell’album The Dark Side of the Moon, del 1973: The Great Gig In The Sky e Us and Them:

Tra le sue composizioni vanno ricordate anche Remember a Day dall’album A Saucerful of Secrets (1968), Sysyphus dall’album Ummagumma (1969) e Summer 68 dall’album Atom Heart Mother (1970).

Celebri il suo intro di Shine On You Crazy Diamond e il “dialogo” con la chitarra di Gilmour in Echoes. Per questo David Gilmour non vuole più riproporla dal vivo “perché era un dialogo tra noi”.

Durante il periodo con i Pink Floyd purtroppo il rapporto con Roger Waters si è incrinato culminato poi con la “degradazione” a turnista per il tour di “The Wall”. Complice di tutto questo si dice fosse la dipendenza dalle droghe di Wright. L’album successivo The Final Cut, è l’unico dei Pink Floyd a cui Rick Wright non contribuisce.

Waters ha poi dichiarato sul rapporto col tastierista:

“abbiamo passato molto tempo insieme lavorando, ma non siamo mai stati davvero assieme. Per un po’ siamo stati su degli specie di binari paralleli con qualche obiettivo in comune, ma comunque no, non cambia ciò che provo per lui. Era super importante per tutto il lavoro che abbiamo fatto assieme”

Richard Wright se ne è andato il 15 settembre 2008, dopo una breve lotta contro un cancro e l’amico David Gilmour lo ha ricordato così:

“Nessuno può sostituire Richard Wright. È stato il mio partner musicale e amico. Nelle discussioni su chi o cosa fossero i Pink Floyd, il contributo enorme di Rick negli ultimi periodi con Roger Waters è stato spesso trascurato. Era un tipo così gentile, modesto e riservato ma la sua voce profonda e il suo modo di suonare erano vitali, magiche componenti del nostro riconoscibile sound. Non ho mai suonato con nessuno come lui. L’armonia delle nostre voci e la nostra telepatia musicale sono sbocciate nel 1971 in Echoes. A mio giudizio tutti i più grandi momenti dei Pink Floyd sono quelli in cui lui è a pieno regime. Dopo tutto, senza Us and Them e The Great Gig in the Sky, entrambe composte da lui, cosa sarebbe stato The Dark Side of the Moon?”

Al tastierista, David Gilmour e Nick Mason hanno dedicato l’ultimo disco dei Pink Floyd, The Endless River, in cui appare postumo come musicista e autore.


 

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi