E’ da poco uscito il nuovo lavoro della prog band Aura dal titolo Noise… quarto lavoro con tanto di nostra gaffe iniziale, spero perdonata. Perchè non una breve chiacchierata con loro?

Long Live Rock’n’Roll.it:
19 anni di carriera e solo qualche demo e un paio di full-lenght, perchè? vi piace fare bene le cose… oppure?

Giuseppe Bruno:
Bèh, non so quale biografia hai letto ma noi abbiamo all’attivo 4 Demo e 3 full-lenght e mediamente per ogni disco ci mettiamo 3 anni perchè ci piace sperimentare, ricercare, trovare nuove soluzioni per fare in modo che ogni disco non sia il copia e incolla del disco precedente.Beh non so quale biografia hai letto ma noi abbiamo all’attivo 4 Demo e 3 full-lenght e mediamente per ogni disco ci mettiamo 3 anni perchè ci piace sperimentare, ricercare, trovare nuove soluzioni per fare in modo che ogni disco non sia il copia e incolla del disco precedente.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Che mi dite di questo album, partendo dal titolo ovviamente… rumoroso, direi…

Giovanni Trotta:
Sì, beh il titolo è proprio l’opposto di quello che è il disco, non credo sia molto rumoroso, ma potente e melodico. Abbiamo usato quel titolo anche come sfottò nei confronti di tanti che nell’adolescenza ci dicevano quando suonavamo metal che facevamo solo casino.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Bella copertina… una mente attorcigliata dal rumore? da dove nasce l’idea…

Francesco Di Verniere:
L’immagine della copertina è la sintesi di un evoluzione, sviluppata poi nel disegno che si trova all’interno del booklet in cui i due volti, qui riuniti, si contrappongono, ma appaiono legati da un unico segno.   L’ immagine vuole semplicemente richiamare la complessità  dei percorsi che ognuno di noi vive ed in particolare quei momenti in cui, dopo un periodo di riflessione, concentrazione, si ritorna in se con Il sorriso di chi da quel percorso ha imparato ed è pronto a’ rientrare’ nel mondo… un po’ come è stato per noi con Noise!

Long Live Rock’n’Roll.it:
Vale la pena continuare a combattere per la musica e cosa la musica rappresenta per voi? e il prog…

Francesco Di Verniere:
Vedi, se suoni con passione la musica ti da sensazioni che non trovi da nessuna altra parte, non ha importanza la considerazione che hanno gli  altri della tua musica ma quello che hai tu di essa. Io credo che oggi la musica ha perso la sua spontaneità  ovvero quello che c’era negli anni 70, freschezza, idee, trasgressioni, sperimentazioni. Oggi e’ tutto finto comprese le sensazioni perche’ si fa musica schematicamente cercando di dare alla gente quello che le etichette credono sia la cosa economicamente piùvantaggiosa. Noi dal canto nostro cerchiamo quel legame concettuale con il passato e crediamo di riuscirci, ovvero fare musica personale e soprattutto farla con tanta passione senza porci limiti.

Long Live Rock’n’Roll.it:
L’esperienza live piùsignificativa?

Giuseppe Bruno:
Soprattutto  Agglutination Metal Festival,  Itim tour e Il Metal Battle al Transilvania di Milano.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Un aneddoto simpatico accaduto sul palco?

Giovanni Trotta:
Simpaticissimo per noi ma forse non per lui, ricordo di una volta forse era il 2000, un concerto all’aperto una sera di Maggio vicino il mare, c’era un po’ di brina, ad un certo punto  il nostro bassista corre in avanti verso la fine del palco  verso alcuni fans, nel frenare mette un piede su un cavo umido che lo fa slittare e gli fa  fare un salto di 2 metri e poi sbatte con la schiena e il basso per terra,  si rialza ci guarda e ci fa segno che era tutto ok e che l’aveva  fatto apposta. Indimenticabile me lo ricordo come se fosse ieri.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Il vostro rapporto con i Dream Theater?

Angelo Cerquaglia:
Abbiamo un ottimo rapporto anche se purtroppo non ci vogliono portare in tour.
No scherzo beh cosa vuoi che ti dica, personalmente credo che abbiano riportato all’ennesima potenza quello che era il concetto di musica negli anni 70 ovviamente rapportato al metal e che abbiamo sfruttato in pieno le maggiori caratteristiche delle band 70ntiane, band che io personalmente adoro. Fino a ‘Scenes  from a memories’, li ascoltavo volentieri perche’ sentivo in loro quelle caratteristiche, con gli album successivi mi hanno fatto passare la voglia.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Se poteste tornare indietro nel tempo c’è qualcosa che vorreste cambiare?

Giovanni Trotta:
Il passato non si cambia, il passato è la spinta per cambiare il futuro, ogni scelta va fatta senza rimpianti, ogni situazione va vissuta nel suo momento, col senno di poi e’ facile dire e giudicare, col senno di poi tutto si potrebbe fare meglio ma non importa, sbagliare per noi è cosa buona,  è insito nell’essenza umana..

Long Live Rock’n’Roll.it:
Progetti per il futuro?

Giuseppe Bruno:
Per ora stiamo portando il nostro ultimo disco in giro con live dove lo proponiamo per intero e abbiamo già  avuto un ottimo riscontro. Dopo il nostro primo videoclip tiamo valutando la possibilità  di farne un’altro grazie a delle proposte che ci sono arrivate e stiamo programmando una serie di eventi Live come support band.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Il vostro tour ideale?

Francesco Di Verniere:
Il nostro tour ideale non deve coprire luoghi particolari ma deve essere un tour ricco di emozioni,  di scambio con la gente e soprattutto di soddisfazioni a livello di pubblico.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Parliamo del vostro primo album acquistato?

Aura:
Iron Maiden -  Iron Maiden
Genesis ”“ Selling England by the Pound
P.F.M. – Live in USA
Pink Floyd ”“ The wall.

Long Live Rock’n’Roll.it:
Dovete convincere il pubblico a comprare il vostro ultimo lavoro, cosa gli raccontate?

Giuseppe Bruno:
Noi non vogliamo convincere a parole il pubblico, mettiamo a disposizione alcuni pezzi da asoltare e poi saranno loro a valutare se la nostra musica, schietta, diretta, potente, melodica, particolare, faccia al caso loro. Ricordiamo che per avere altre informazioni sul nostro conto ed essere sempre aggiornati abbiamo il nostro sito ufficiale www.auraprog.it.
Il nuovo cd e’ disponibile in versione digitale su Itunes (https://itunes.apple.com/it/album/id950648300) oppure in versione digipack tramite il nostro store ufficiale (http://auraprog.bigcartel.com/)

Long Live Rock’n’Roll.it:
Un saluto conclusivo anche ai lettori di Longliverocknroll.it…

Aura:
Un saluto particolare a le migliaia di persone che hanno acquistato i nostri cd e anche a tutti coloro che si stanno avvicinando solo ora alla nostra musica. Un particolare e caloroso saluto ai vostri lettori, speriamo di vederli presto dal vivo. Nel lasciare questa intervista vi ringraziamo per la chiacchierata e vi auguriamo tutto il meglio.

Alla prossima

Long Live Rock’n’Roll.it:
In bocca al lupo e grazie per il tempo che ci avete concesso…

Author

Write A Comment

X