La reunion dei Black Sabbath nella formazione più iconica (Osbourne, Iommi, Butler e Ward), come ben noto non si è mai concretizzata per l’assenza del batterista Bill Ward. I motivi del forfait del batterista, stando a quanto si venne a sapere nel 2012, erano legati a non ben definiti disaccordi contrattuali con il resto della band – quasi sicuramente di ordine economico. Tutto si è risolto l’ingaggio di un batterista sostituto, lasciando inevitabilmente l’amaro in bocca ai fan, che comunque si sono adattati senza troppi problemi all’idea di una reunion a tre quarti… come dire, meglio così, che nulla.

Ora, con una mossa a sorpresa, Bill Ward – tramite la propria pagina Facebook – ha postato una lunga esternazione per spiegare la propria posizione a riguardo della reunion, anche in vista del fatto che i Black Sabbath hanno formalmente annunciato la volontà di chiudere la propria esperienza dopo la pubblicazione di un nuovo album e un tour di addio – a cui, ovviamente, moltissimi vorrebbero vedere partecipare anche il batterista originale.

Ward, che non parla pubblicamente di questo argomento ormai dal febbraio 2012 scrive:

Non ho mai troncato o interrotto i miei rapporti coi Black Sabbath, ma dal 2012 le dichiarazioni spesso non accurate nei miei confronti, come persona e musicista, mi hanno portato a essere sempre sul chi vive e, in particolare, a distaccarmi emotivamente e spiritualmente da Ozzy. Le sue dichiarazioni mi hanno urtato più di ogni altra cosa. Le informazioni continue e fuorvianti sul mio conto hanno fatto nascere in me il bisogno di affrontare questa situazione. Nell’imminenza dell’uscita di un nuovo disco della Bill Ward Band e con le voci confuse riguardanti i nuovi progetti dei Sabbath, credo sia il momento giusto per parlare in modo franco e non cinico.

Bill, a proposito della sua partecipazione alla reunion finale, è molto netto e deciso:

“C’è da tempo l’idea di una vera reunion della formazione originale dei Sabbath per il prossimo tour e disco. E’ con la tristezza nel cuore che devo dire che non parteciperò a nessuna di queste cose finché non saranno rettificate le menzogne dette sul mio conto. e devo ammettere che non conto minimamente sul fatto che questo accada, ma per correttezza vorrei che tutte le dichiarazioni di Ozzy che secondo me sono false venissero spiegate. vorrei che Ozzy rettificasse le sue dichiarazioni ed esagerazioni. Vorrei che ammettesse il suo punto di vista non realistico. E siccome sono stato messo alla berlina pubblicamente, vorrei che lui si scusasse pubblicamente e non tramite un suo portavoce. Non potrei mai avere a che fare con lui senza che si affrontasse questa situazione.”

Inoltre Ward, per una partecipazione a questo addio dei Sabbath, desidera anche un contratto dignitoso:

“Un contratto accettabile è ancora lontano e da definire. Vorrei un contratto firmabile, prima di muovere un solo passo verso la strada che potrebbe portarci a suonare nuovamente tutti insieme. Voglio un contratto che posso approvare. Questa è la mia verità. Questa è la mia posizione. Non ho sentito altro che insulti e falsità e se come band o persone desiderano continuare su questo registro, allora ogni idea di reunion dei Black Sabbath originali è destinata a svanire.”

Come terminerà la diatriba?…

fonte: rockol.it

Redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi