Blackie Lawless ha respinto l’affermazione di Chris Holmes che affermava di essere stato “fregato” dal leader dei W.A.S.P. che non ha mai diviso le royalties degli album in cui ha suonato.

Holmes si è unito ai W.A.S.P. nel 1982 ed è rimasto con il gruppo fino al 1990. Nel 1996, il chitarrista è rientrato nei W.A.S.P. rimanendo con la band fino al 2001. Chris non ha più suonato con i W.A.S.P. da allora.

Lawless ha discusso la permanenza di Holmes con i W.A.S.P. in una nuova intervista con “Trunk Nation” di SiriusXM. Gli è stato chiesto di rispondere all’affermazione di Holmes nel documentario recentemente pubblicato da Chris, “Mean Man: The Story Of Chris Holmes” in cui il chitarrista ha affermato di essere stato sfruttato finanziariamente durante il suo periodo nella band, Lawless ha detto: “Non ne so molto… ho parlato con l’ex chitarrista dei W.A.S.P. Randy Piper un paio di anni fa. Non so davvero cosa stia succedendo con il resto dei ragazzi. E non sono sicuro di cosa tu stia parlando esattamente con Chris sul fatto di non essere pagato.

“Chris, in due momenti diversi della sua carriera musicale, ha ricevuto degli indennizzi da questa band; ha firmato documenti come tali”, ha spiegato Blackie. “Ed è stato pagato abbastanza bene.

“Non ho capito di cosa stai parlando. La risposta che ti sto dando ora è basata su quello che mi hai appena detto.”

Author

Write A Comment

X