Ozzy Osbourne, FOO FIGHTERS, THE WHO, HALESTORM e PAPA ROACH sono tra gli artisti che onorano #BlackOutTuesday (così come #TheShowMustMustBePaused) in risposta all’uccisione di George Floyd e alle proteste nazionali.

Floyd, un uomo di colore di 46 anni, è stato ucciso a Minneapolis da un agente di polizia in un incidente ripreso da una telecamera. L’agente, Derek Chauvin, si è inginocchiato sul collo per quasi dieci minuti mentre Floyd era ammanettato. Da allora Chauvin è stato accusato di omicidio di terzo grado e omicidio colposo.

Molti gruppi, artisti e musicisti, così come le loro etichette discografiche associate, si sono impegnati a “staccare dal lavoro e a riconnettersi con la nostra comunità” lo scorso martedì. Hanno condiviso una serie di post sui social media sotto l’hashtag #TheShowMustBePaused esprimendo solidarietà con la comunità nera.

Lo sforzo è stato creato dai dirigenti dell’industria musicale Jamila Thomas e Brianna Agyemang.

Il blackout ha lo scopo di interrompere intenzionalmente la settimana lavorativa. È un giorno per prendere un po’ di tempo per una conversazione onesta, riflessiva e produttiva su quali azioni dobbiamo intraprendere collettivamente per sostenere la comunità nera.

 

 

 

 


 

 

Redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi