Nel nuovo numero della rivista People, Richie Sambora ha parlato della sua controversa decisione di lasciare i BON JOVI nel 2013, dicendo che voleva trascorrere più tempo con sua figlia Ava, che ora ha 23 anni.

“Non è stata affatto una decisione popolare, ovviamente, ma non c’era quasi nessuna scelta al riguardo. Avevo un sacco di cose da fare intorno [alla mia vita personale]”,

ha detto il chitarrista 61enne.

“Abbiamo fatto molte cose insieme. Quello è stato un periodo di mantenimento psicologico per la famiglia. Sai, non sono un angelo. Ma ho capito, Ava aveva bisogno che io fossi presente in quel momento. La famiglia doveva venire prima, ed è quello che è successo.”

Sambora, che ha trascorso del tempo in riabilitazione nel 2007 e nel 2011 per abuso di alcol e droghe, ha aggiunto che lo stile di vita rock and roll gli ha fatto pagare il conto:

“Mio signore, quando guardo indietro e comincio a elencare i tour… 18 mesi e mezzo di tour in 52 paesi”, ha detto. “Era davvero il momento per una pausa. Lo abbiamo fatto 14 volte in un periodo di 31 anni.”

Due mesi fa, Sambora ha detto al Daily Mail del Regno Unito che non era contrario a un giorno alla reunion coi BON JOVI, a condizione che le condizioni fossero giuste:

“Dovrebbe essere una situazione speciale per me tornare indietro, ma di certo non lo sto forzando”, ha detto. “Non ho cattiveria verso quella band.”

I commenti di Richie arrivarono solo un paio di settimane dopo che Jon Bon Jovi ha detto al tedesco Rock Antenne che

“non passa giorno in cui non vorrei che Richie rimettesse la sua vita a posto e fosse ancora nella band.

Eppure, in un modo strano, è a causa della sua incapacità di sistemarsi che insieme che abbiamo continuato e abbiamo scritto “This House Is Not For Sale” .

Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi