Oggi i BOSTON MANOR hanno pubblicato il nuovo singolo “Sliding Doors“, la loro seconda canzone del 2024, che cavalca onde di distorsione e incide ricchi solchi. “Sliding Doors” ritrae l’impatto a volte sismico che possono avere le azioni apparentemente innocue della nostra vita quotidiana. È una canzone che per molti versi riporta agli inizi dei Boston Manor. Il cantante Henry Cox afferma che:

“Sliding Doors prende il nome dall’omonimo film. L’ho chiamata così perché mentre la stavamo scrivendo ho iniziato a pensare a tutte le decisioni che ho preso e che mi hanno portato alla vita che ho e a quanto molte di esse siano circostanziali. Mi ha fatto pensare a come è nato Boston Manor. Avevo avuto alcune conversazioni con Dan [Cunniff, basso] e Mike [Cunniff, chitarra solista] (che all’epoca conoscevo a malapena) sulla possibilità di fondare una band. Ma a quel tempo frequentavo la scuola d’arte in un’altra città e avevo un sacco di altre cose in ballo. Stavo anche fondando altre due band con persone diverse, quindi ho pensato che fosse solo una cosa di cui si parla”.

In un mondo pieno di disordine e caos, tutto ciò che possiamo fare a volte è rispondere a ciò che ci si presenta davanti. I risultati possono essere imprevedibili, gloriosi o devastanti, ma poiché le possibilità e le opportunità si presentano un momento e si nascondono il momento successivo, è il modo in cui reagiamo in quei frangenti che ci conduce sul nostro percorso finale. Esplorando, Cox dice:

“Ero andato a casa a trovare i miei genitori per il fine settimana e avevo preso un autobus fino a North Shore per andare a trovare un amico, stavo tornando a casa e l’autobus si è praticamente schiantato. Non è stato grave, nessuno si è fatto male o altro, ma sono dovuto scendere. Era tardissimo e a quell’ora gli autobus non circolano più in alcune zone di Blackpool. Ho mandato un messaggio a Mike e ho scoperto che l’autobus si era schiantato in fondo alla sua strada, così sono andato da lui. Quella sera abbiamo finito per scrivere la prima canzone del nostro demo. Abbiamo suonato il nostro primo concerto qualche settimana dopo.

Se quell’auto non si fosse fermata su quell’autobus, probabilmente non avremmo mai fondato i Boston Manor e non saremmo stati in tutti i posti in cui siamo stati, non avrei conosciuto mia moglie e metà dei miei amici. Non so se ora starei ancora suonando”.

Sliding Doors” è un modo per la band di riconoscere che, man mano che attraversiamo la vita e facciamo più scelte, alcune versioni di noi stessi muoiono ed emergono nuove versioni. Chi diventiamo può dipendere dal lancio di un dado. Questo aspetto viene esplorato nel video di accompagnamento, come commenta Cox:

Abbiamo cercato di rispecchiare questo aspetto nel video musicale: l’idea è che ci siano molte realtà diverse, alcune delle quali in cui sono un musicista, altre in cui faccio qualcosa di completamente diverso”. I fan più accaniti potrebbero riconoscere la location finale, dove abbiamo girato il nostro primo video musicale, da tempo cancellato da internet. In un certo senso la band in cui ci troviamo ora sembra una realtà alternativa a quella in cui abbiamo iniziato. Guardo i vecchi video e a malapena ci riconosco!”

 

Comments are closed.