Black Tears of Death – Settembre 2016

Il legame musicale e di stima reciproca fra Cadaveria e Necrodeath è sempre profondo e duraturo. Similitudini nello stile estremo, potente e violento, garanzia di orribile grazia, legami fra i componenti di queste band padrone assolute dell’horror italiano, intercambiabilità di vedute e anime sono gli elementi che fungono da uncino a saldare i lembi della vita artistica dei due insiemi, pur rimanendo assolutamente unici nello stile spaventoso, ‘caliginosus, obscurus et tenebrosus’!!!

E la stima che nutro nei confronti di queste due anime oscure della storia del metal italiano è infinita e da devoto del culto dell’oscurità non posso che gioire nel coprendere che i confini della mia anima straziata vengono definitivamente dilaniati da questo superbo lavoro: ‘Mondoscuro‘.

Bastano solo sei brani per lasciar comprendere quanto sia profondo l’abisso musicale italiano e chi risieda davvero nelle viscere artistiche più sfrenate e prive di timori sentimentali. Una prova davvero particolare offerta da tutti i componenti dei Cadaveria e Necrodeath… una prova in cui questi artisti si sono espressi davvero con una passione e una straordinaria professionalità che conferma la loro imponente classe e la diabolica bravura, crudele capacità, spietata competenza, profonda preparazione e una passione che supera le barriere e i confini di una terra, la nostra, che non riconosce l’arte in nessuna delle sue forme nemmeno quando le fiamme sono evidenti e bruciano bonificando.

Due brani nuovi di zecca, confezionati come si deve per questo lavoro, speriamo che sia il primo di una lunga serie: ‘Dominion of Pain‘, il primo, scritto e interpretato dai Cadaveria con Pier Gonella e Flegias (…) come ospiti (c’mooon, già noto). Opprimente, spietato e di crudele rivincita concettuale. ‘Rise Above‘, il secondo, musicato e suonato dai Necrodeath, con alla voce anche Cadaveria che ha scritto i testi e con l’intervento di Dirk Laurent; un altro tassello di armoniosa cattivera che trascende da qualsiasi tipo di passato e inverte e rovescia la capacità della mente fluttuare, ondeggiare, vagare.

Due brani conosciuti: ‘Mater Tenebrarum‘ e ‘Spell‘ il primo dei Necrodeath (storico inno del 1987 proposto in versione Cadaveria con il finale tutto Keith Emerson (R.I.P.) tratto dal magnifico ‘Inferno‘ di Dario Argento e con la partecipazione di Lindsay Schoolcraft, soprano dei Cradle of Filth, Tiziana Revetti, soprano, Cristiano Caldera, tenore e Ignis Forasdomine all’organo), il secondo dei Cadaveria e reso malefico, come se ce ne fosse bisogno, dai Necrodeath (del 2002 e inserito nell’album ‘The Shadows’ Madame‘).

Due brani conclusivi affidate a due cover; brani reinterpretati, straziati, devastati, infuocati nelle versioni uniche e oscure delle due riprovevoli, scandalose e spiacevoli band di casa nostra: ‘Christian Woman‘ dei Type O Negative (Pete Steele R.I.P.), riproposto dai Cadaveria e ‘Helter Skelter‘ dei Beatles, di stampo Necrodeath.

Ottimo.. Mi inchino davanti alla signora e ai signori di ciò che nelle profondità dell’anima risiede…

www.cadaveria.com
www.necrodeath.net

Tracklist:
1. Cadaveria – Mater Tenebrarum (Necrodeath cover)
2. Necrodeath – Spell (Cadaveria cover)
3. Cadaveria – Dominion of Pain (feat. Flegias)
4. Necrodeath – Rise Above (feat. Cadaveria)
5. Cadaveria – Christian Woman (Type O Negative cover)
6. Necrodeath – Helter Skelter (The Beatles cover)

Band:

Cadaveria:
Cadaveria – voce
Dick Laurent – chitarra
Peter Dayton – basso
Marçelo Santos – batteria

Necrodeath:
Flegias – voce
Pier Gonella – chitarra
GL – basso
Peso – batteria

 

 

Avatar
Author

Born to Lose, Live to Win | Rock'n'Roll is my life, so... long live rock'n'roll !!!

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi