Il 21 Novembre, Mass Movement Magazine ha condotto un’intervista con il membro dei Sepultura e attualmente dei Cavalera Conspirancy, il batterista Igor Cavalera.

A proposito del quarto album dei Cavalera Conspirancy, “Psychosis“, uscito il 17 Novembre con Napalm Records, Igor ha detto:

Mi piace ogni album dei Cavalera, credo che ognuno di loro rifletta lo stato mentale mio e di mio fratello Max.

Quest’album non è differente. Ha esattamente il suono che volevamo dargli mentre lo scrivevamo e registravamo. Quindi è figo.

Siamo molto felici di come sia venuto. Credo che gran merito del lavoro l’abbia Arthur Rizk, produttore, che è un nostro buon amico e che ha spinto me e Max a provare cose nuove come gli arrangiamenti delle canzoni e a uscire un po’ dalla nostra “comfort zone”.

Joel Grind, dei Toxic Holocaust, si è occupato del mastering e vede la partecipazione di Justin Broadrick dei Godflesh nella canzone “Hellfire“.

Max, riguardo la traccia “Hellfire“, commenta:

Parla dei droni. È stata ispirata dal film”Eye in the sky” e dal film “Good Kill“, che parla di droni e di come le persone, con questi droni, bombardino le persone in Pakistan e Afghanistan semplicemente rimanendo nei propri uffici in Nevada con l’aria condizionata. 

Max e Iggor Cavalera saranno in Italia il 5 Dicembre, insieme a OverkillInsomnium e Deserted Fear al Live Music Club di Trezzo sull’Adda.

Prezzo in cassa € 37 se acquisti on line € 32 + diritti

 

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi