Si moltiplicano gli appelli a “stare a casa“, ormai da ogni parte del mondo, data l’elevata diffusione ormai globale del bastardo coronavirus.

Tra i messaggi mal digeriti si annoverano quelli che esortano a stare a casa dalle loro superville e attorniati da servitù, come quello di Madonna di qualche giorno fa, che predicava che il virus rendesse ora tutti uguali da una vasca da bagno con idromassaggio in marmo bianco circondata da petali di rosa.

Alla schiera di supermiliardari isolati nei loro scenari da favola si aggiunge ora il discografico e produttore David Geffen, in passato manager di artisti come Crosby, Stills and Nash e con un patrimonio stimato di 7,5 miliardi di dollari.

Il ricco uomo d’affari statunitense ha postato sul suo profilo Instagram alcune immagini del suo principesco isolamento nelle isole Grenadine a bordo di un immenso yacht, il Rising Sun, valutato 590 milioni di dollari:

«Tramonto ieri sera… Isolato al largo dell’arcipelago caraibico delle Grenadine per evitare il virus. Spero che tutti siano al sicuro»

Immediata la furiosa reazione della rete, che ha subissato di critiche l’insensibile supermanager. Tra queste anche quelle di alcuni giornalisti:

“David Geffen avrebbe potuto donare lo yacht a New York affinché fosse usato come ospedale di fortuna”

ha postato su Twitter l’editorialista del New York Times Wajahat Ali. 

David Geffen, travolto da centinaia di messaggi critici, ha poi chiuso l’account instagram. Benvenuto nel mondo reale.

redazione
Author

Write A Comment

X