Crashdiet – Rust

Dopo 6 anni di silenzio tornano i re dello sleaze rock di origine scandinava, Crasdiet, forti dell’ingresso in formazione del nuovo cantante Gabriel Keyes, che ha dimostrato in sede live di ben integrarsi nel quartetto ed essere all’altezza del ruolo. Sappiamo bene che la band ha avuto molta sfortuna riguardo questo ruolo e speriamo vivamente che questa sia la volta buona.

Quasi interamente prodotto dallo stesso Martin Sweet  e anticipato dal singolo “We Are The Legion”, uscito più di un anno fa e con cui hanno rotto il silenzio, “Rust” presenta tutte le caratteristiche tipiche del sound a la Crashdiet, a cui si uniscono maturità ed esperienza acquisite negli anni. Il sound, infatti, appare in alcuni momenti molto più hard e appunto maturo, rispetto al passato.

A quasi due settimane dalla sua uscita, il disco ha già ricevuto ottime recensioni e un feedback più che positivo dai fan, bramosi di poter finalmente averlo tra le mani, dato l’ottimo lavoro promozionale che ha creato attesa e destato interesse tra i fan e la stampa.

L’album si apre con la titletrack “Rust”, forse il brano più heavy dell’intero lavoro, che costituisce anche l’ultimo video e singolo estratto prima dell’uscita dello stesso, seguito dalla bellissima “Into The Wild”, che a detta di molti ne costituisce la miglior traccia. Le capacità vocaliche del bel Gabriel si accompagnano perfettamente ai riff di chitarra di Martin Sweet, al basso di Peter London e al pestare della batteria di Eric Young, in un crescendo e susseguirsi di brani di facile ascolto, con ritornelli catchy come nella successiva “Idiots”, anch’essa presentata come singolo accompagnato da un divertente video, o “Crazy”, un brano danzereccio e melodie che si ficcano in testa al primo ascolto. Senza dimenticare le melodie di canzoni come la ballad “Into The Maze”, un brano intenso con un testo emozionante. “Waiting For your Love” è il secondo brano lento, forse l’unico che non definirei immediatamente una tipica canzone della band, ha ben poco di sleaze e molto di melodic rock.

La band è in partenza per il tour promozionale a supporto del disco, insieme ai vicini di casa The Cruel Intentions e ai connazionali Highride, tour che toccherà anche l’Italia per una data il 9 ottobre al Legend Club di Milano. Non perdeteveli!

Frontiers Music – Settembre 2019

Tracklist:

  1. Rust
  2. Into The Wild
  3. Idiots
  4. In The Maze
  5. We Are The Legion
  6. Crazy
  7. Parasite
  8. Waiting For Your Love
  9. Reptile
  10. Stop Weirding Me Out
  11. Filth & Flowers

Line-up:
Gabriel Keyes – Voce
Martin Sweet – Chitarra
Peter London – Basso
Eric Young – Batteria

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*