Dimhav – The Boreal Flame

 

Omniversal – 2019

Prima di parlare di questa nuova band, i Dimhav, facciamo un salto indietro di qualche anno precisamente all’inizio del nuovo millennio. Tra il 2001 e 2003 i Lost Horizon, band svedese di Goteborg hanno pubblicato due interessantissimi album di power metal, i consensi furono notevoli ma poi la luce si spense e pur risultando ancora in attività non ci sono stati altri dischi.
Di quella band, faceva parte Daniel Heiman, talentuoso cantante che oggi ritroviamo nei Dimhav, una nuova realtà davvero interessante e sorprendente.

The Boreal Flame’ è l’album di debutto di questi ragazzi. Una bella copertina che gioca con i colori affascinanti dell’aurora boreale, ma soprattutto sette composizioni che lasciano a bocca aperta.
La band parte da una base power/progressive ben collaudata, inserendo elementi sinfonici, black e heavy metal. Ok magari niente di nuovo, però ascoltando le canzoni si ha l’idea di un gruppo che ha già una notevole personalità e non si “vergogna” a mettere sul piatto le proprie influenze, che innegabilmente si sentono, ma non siamo mai di fronte a scopiazzature becere e stucchevoli.

L’opener ‘Boreal Ascent’ con i suoi dieci minuti di durata è un succoso antipasto, un brano strumentale con piccoli inserti di voce, dove i tecnicismi sono un valore aggiunto e non una sterile dimostrazione delle capacità dei musicisti, per la precisione un terzetto che vede oltre a Daniel Heiman alla voce, Staffan Lindroth al basso, chitarra e tastiere e il fratello Olle Lindroth alla batteria.
La successiva ‘Realms Of A Vagrant King’ mischia con disinvoltura elementi quasi folk (nella parte iniziale) al progressive metal e la voce di Daniel come ciliegina sulla torta, melodica raffinata e intensa.
The Flame Transcendent’ vira maggiormente sul power (la componente progressive è sempre ben presente) e di conseguenza anche il cantato di Heiman spinge di più su note alte con risultati notevoli.
Il disco prosegue con l’inclassificabile e imprevedibile ‘Chtonic Elegy’ brano spiazzante e di gran gusto e infine le lunghe ‘From Southern Shores’ e ‘Star And Crescent’ complesse e affascinanti, da ascoltare con molta attenzione e pazienza.

The Boreal Flame’ è un disco inizialmente difficile, che necessita, banale dirlo, di numerosi ascolti vista la complessità delle composizioni e degli arrangiamenti. Anche per questo il giudizio finale si avvicina a un nove che in futuro potrà diventare anche di più.

I Dimhav hanno avuto il coraggio di osare e di spingersi davvero ai limiti, creando qualcosa che ha smosso le acque e che ha provocato non pochi uragani.

www.dimhav.com
www.facebook.com/dimhavofficial

Tracklist:

1.Boreal Ascent
2.Realms Of A Vagrant King
3.The Flame Transcendent
4.Chtonic Elegy
5.The Aerial
6.From Southern Shores
7.Star And Crescent

Band:

Staffan Lindroth – chitarra, basso, tastiere
Olle Lindroth – batteria
Daniel Heiman – voce

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X