In una nuova intervista con Rolling Live Studios, l’ ex moglie e manager di lunga data di Ronnie James Dio, Wendy Dio, ha parlato di come ha inventato il gesto delle “corna del diavolo (devil’s horns)” diventato iconico nell’heavy metal. E rievoca la polemica con il bassita dei Black Sabbath, Geezer Butler, che aveva detto che aveva inventato lui il famoso gesto:

Alcune persone affermano che è stata una loro idea, e può starci. Non era di Ronnie. È un vecchio gesto italiano chiamato malocchio, per allontanare il maligno.

Sua nonna, quando aveva circa cinque anni, andava in città per dare il pranzo a suo nonno all’acciaieria, e lui vedeva sua nonna fare quel gesto che era uno scongiuro contro il male – e quindi lui non ci ha pensato, era solo parte della sua storia.

E, quando si unito ai Black Sabbath, Ozzy usava il segno della pace. E lui non voleva farlo. E poi un giorno l’ha fatto, ed è diventato popolare. E questa è una di quelle cose che hanno reso Ronnie famoso”.

Geezer Butler aveva detto di essere stato il primo ad usare il gesto delle corna e non Ronnie James Dio:

“Ho foto di me che faccio il gesto delle corna dal 1971. E lo facevo sempre nel breakdown della canzone ‘Black Sabbath’ – appena prima che passasse alla parte veloce alla fine, facevo quel gesto al pubblico. E durante i primi due spettacoli del tour di ‘Heaven And Hell’, Ronnie diceva: ‘Quando salgo sul palco, tutti mi fanno il segno della pace, ed è una cosa di Ozzy. Sento che dovrei fare qualcosa per loro”. Mi disse: ‘Qual è il segno che fai in ‘Black Sabbath’?’ E io gli mostrai il segno delle corna del diavolo. E lui ha iniziato a farlo da lì e l’ha reso famoso”.

Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi