Uscito da pochissimi giorni il nuovo labum degli Endless Pain, ‘Cosa Nostra’. Un album pieno di significati come si evince dal titolo. Mi interfaccio quest’oggi con Mattia ‘Fuso’ Fusaro, batterista della band bresciana e con Hate che interviene quando viene cercato… eccoci:

Long Live Rock’n’Roll:
‘Cosa Nostra’. Bella botta davvero. Da dove nasce l’idea di creare un concept e dedicarlo a tutte le vittime della mafia o di ogni tipo di mafia?

Mattia ‘Fuso’ Fusaro:
Contento che ti sia piaciuto! Abbiamo deciso di parlare della malavita organizzata in generale perché é una piaga che affligge il nostro paese da ormai centinaia di anni. É un argomento comunque attuale e cruento che si fonde a pieno con il nostro sound.

Long Live Rock’n’Roll:
Come lo definireste? progetto ambizioso, idea vincente, un modo come un altro per mettere in circolo delle idee in musica, ispirazione, nient’altro che musica oppure…?

Fuso:
penso che potrebbe essere definito con tutti gli aggettivi che hai citato e con nessuno. Semplicemente è un album costruito su tematiche che influenzano la nostra società corrotta, ma privo di riferimenti a fatti reali nei testi.

Long Live Rock’n’Roll:
Molti i titoli in italiano. Buona idea. Mi perdonate però, con il growl brutal usato da Hate non capisco molto se sono cantati in italiano…

Fuso:
A parte una frase nel brano “In Nome Del Padre” il resto è tutto cantato in inglese. Nel booklet della versione fisica dell’album ci sono comunque ovviamente i testi; Lo svantaggio di chi ascolta Death Metal da file piuttosto che da cd è spesso quello di non avere sotto mano i testi!!!

Long Live Rock’n’Roll:
A proposito di Hate. che potenza e che energia. Ma a fine concerto riesci  a emettere dei suoni comprensibili oppure è proprio la tua voce naturale, scherzo è ovvio. Cosa ti ha convinto a usare il growl? e non temi di non essere compreso a causa del growl? (scusa la domanda)…

Hate:
Ahahhha … no, fortunatamente non parlo cosi ahahah! Il growl é la tecnica che prediligo ed é assolutamente fondamentale per il nostro genere.

Long Live Rock’n’Roll:
Sono molto impressionato dai suoni di questo album davvero puliti e ‘attenti’ a emergere dalla potenza dell’album stesso. Mi parlate del processo compositivo, mixaggio e del mastering?

Fuso:
Volevamo proprio avere un album pulito e allo stesso tempo potente, quindi grazie per averlo confermato! Abbiamo registrato presso i Nefertari Studios di Giulio Minelli (il nostro nuovo chitarrista) e affidato il mixaggio ai romani 16thCellar di Morabito, per poi lasciare nelle mani degli Hertz Studios (Behemoth ecc..!) il compito del mastering. Il risultato è quello che si sente!

Long Live Rock’n’Roll:
Secondo voi qual è il punto di forza di ‘Cosa Nostra’

Fuso:
Il punto di forza di Cosa Nostra è ascoltarlo live! Stiamo programmando le date del tour promozionale di Cosa Nostra.

Long Live Rock’n’Roll:
E poi siete sbarcati con un’etichetta inglese la Banksville Records. Avete deciso insieme di mettere on line e gratis il vostro album? oppure qundo avete comunicato la vostra decisione gli avete fatto venire il mal di stomaco? e come sono i rapporti con Banksville?

Fuso:
La Banksville ha appoggiato subito la nostra idea di distribuzione dell’album, come noi, ha la convinzione che la distribuzione gratuita sia un mezzo in più per la diffusione della nostra musica.

Long Live Rock’n’Roll:
Ma perchè in Inghilterra? in Italia niente di buono?

Fuso:
Abbiamo scelto la Banksville perché é stata la prima etichetta ad appoggiare le nostre idee.

Long Live Rock’n’Roll:
Ma non pensate che il download gratuito possa contribuire a distruggere un mercato discografico in crisi ormai da anni?

Fuso:
Personalmente ritengo che sia una scelta coraggiosa e al passo coi tempi. Un pittore vuole che più gente possibile veda i suoi quadri, giusto? Tengo a sottolineare che il download gratuito dell’album non è l’unico modo disponibile per avere Cosa Nostra, si può ordinare dal nostro sito la copia fisica (o comprarlo ai live ovviamente), o si può acquistare su centinaia di siti come l’iTunes store anche la copia digitale. Il nostro obiettivo non è nient’altro che far si che più persone possibili possano ascoltarlo. Valuteranno loro se acquistarlo o meno. E in ogni caso tutti i brani sono anche in streaming su Spotify. Chiunque oggi potrebbe avere qualunque album di qualunque band in qualunque momento senza pagarlo. Non mi sembra affatto che il download gratuito possa rovinare il mercato discografico, perché quello già è andato a puttane quasi del tutto; credo al contrario che possa essere una dimostrazione di quanto il treno EndlessPain non si ferma e arriva dritto in faccia a chiunque abbia un fottuto mouse, capisci? Meglio scaricarlo dal nostro sito, piuttosto che tirarlo giù da qualche torrent con qualità scadente.

Long Live Rock’n’Roll:
Leggo che il vostro percorso musicale si è andato trasformando nel corso degli anni. Da un thrash potente vi siete spostati verso un territorio ancora più cattivo. definirlo brutal thrash, death riesce ad inquadrare il tutto o come sempre ho preso la classica cantonate? (anche perchè non sono capace ad ‘appiccicare’ etichette…)

Fuso:
Anche a noi non piace “appiccicare” etichette. Siamo semplicemente il risultato dei cambi di line up negli anni. Le influenze di ognuno, le tecniche, i gusti, sono sempre in evoluzione. Ogni singolo pezzo viene composto direttamente in sala prove, tutti insieme, e ognuno ci mette del suo. Ovviamente questo comporta che quando è cambiata la line up è cambiato un po’ lo stile dei pezzi. Chiaramente sempre in meglio, deve sempre esserci un evoluzione!

Long Live Rock’n’Roll:
Quinto album. Niente male. Come vi setntite ogni volta che ne pubblicate uno. Vi siete oramai abituati oppure c’è sempre il senso di volersi mettere in gioco?

Fuso:
C’è sempre il senso di volersi mettere in gioco, chiaramente. L’ispirazione non manca e la voglia di spaccare è a bordo! Ad ogni nuovo lavoro vediamo un grande passo avanti, e questo ci da la carica necessaria.

Long Live Rock’n’Roll:
Avete avuto una buona attività live e, uso la classica frase, avete condiviso il palco con band davvero pesanti, estere e italiane. Con vi siete divertiti di più o vi è piaciuto e perchè e con chi vi piacerebbe suonare di nuovo e con chi vi piacerebbe incontrare per la prima volta?

Fuso:
Io personalmente mi sono divertito da morire con i Brujeria, abbiamo suonato con loro in Slovacchia al Koloseum club a fine 2013. C’era davvero da morire dal ridere, sono dei pazzi scatenati, e Jeff Walker (Carcass) ci ha invitati a salire con loro sul palco mentre suonavano. Le condizioni alcolemiche generali erano notevoli! Mi piacerebbe molto suonare di nuovo coi Vader e con i Deicide, perché sono gruppi che amo e ascolto da sempre.

Long Live Rock’n’Roll:
Date dal vivo per promuovere l’album ce ne saranno?

Fuso:
Stiamo preparando il tour promozionale, per ora posso dirvi che l’11 aprile al Circolo Colony di Brescia presenteremo tutto l’album nuovo!

Long Live Rock’n’Roll:
Bene, ora non vi stresso più. Vi ringrazio per la vostra pazienza e grazie per il tempo che ci avete dedicato. Come vorreste concludere la nostra chiacchierata, aggiungendo qualcosa che non vi ho chiesto sull’album che non vi ho chiesto, e poi un saluto ai lettori di longliverocknroll.it…

EndlessPain:
Supportate la scena Metal! C’è gente incazzata, ci sono band davvero valide!!! Un saluto a tutti i lettori di longliverocknroll.it, e un saluto a te Francesco!

Grazie ancora ragazzi ed in bocca al lupo per tutto

Avatar
Author

Born to Lose, Live to Win | Rock'n'Roll is my life, so... long live rock'n'roll !!!

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi