Partiti nel 2018 come Floating Minds e formatisi nel solco della tradizione delle grandi progressive band degli anni 70, i giovanissimi progster romani Ephemeral si fanno le ossa nel circuito della Capitale aprendo per vari gruppi del circuito locale e non (Stef Burns League, per esempio). In questo periodo si fanno notare per una tecnica elevatissima – tutti iscritti a prestigiosi Conservatori – e per la grande presa delle loro composizioni. Forti di questa gavetta, i quattro pubblicano adesso il loro primo video ufficiale.

La cantante e bassista Arianna De Lucrezia, nonostante abbia solo 18 anni, ha già collaborato a una clip di Ian Anderson (Jethro Tull) e gli Ephemeral hanno ottenuto grande visibilità sul quotidiano La Repubblica grazie a un articolo firmato da Ernesto Assante. La band è ora al lavoro per completare le registrazioni del suo album d’esordio, la cui uscita è prevista per la prossima primavera. Il live video di Deep Blue è il primo assaggio delle qualità di questi ragazzi.

Band:
Arianna De Lucrezia – Voce, Basso
Francesco Ciancio – Chitarra
Gabriele Catania – Tastiere
Matteo Morini -Batteria

https://www.facebook.com/ephemeral.officialband
https://www.instagram.com/ephemeralofficial__/
https://www.youtube.com/channel/UCSRSdJ_vDyAsvMGSqjk-4lQ

Author

Write A Comment

X