Avevamo parlato della passione per la musica metal del Ministro (così si definisce lei e non Ministra) per le politiche giovanili nel governo Draghi, Fabiana Dadone, del movimento 5 stelle, già ex ministro per la pubblica amministrazione del governo Conte.

In occasione della festa delle donne la politica di 37 anni torna sulle sue passioni, dicendo di amare la musica rock pesante ma senza vestirsi in maniera “alternativa”:

Ho 37 anni e sono una “ragazzina” (per questo Paese) ma faccio il Ministro, non sono sposata ma scelgo ogni giorno di stare col mio compagno, ho due figli bellissimi che portano il mio cognome pur non essendo ragazza madre, amo la musica rock pesante ma non mi vesto in maniera “alternativa”, guardo film strappalacrime ma sono emotivamente fredda come il ghiaccio.
Sono un ammasso di stereotipi e nel corso della vita mi è stato fatto notare molte volte.

Cara Fabiana, sei così giovane come puoi essere un Ministro?
La politica non si addice di più agli uomini?
Chi si occupa dei tuoi figli quando sei a Roma?
Non sei troppo bassa rispetto a come la TV ti fa apparire?
Non sei troppo graziosa per essere presa seriamente?
Non sei troppo trascurata nell’abbigliamento per ricoprire ruoli istituzionali?
In questa giornata tanto evocativa e tanto attenta al politically correct, vorrei dire con molta onestà che sul fronte della parità di genere c’è ancora molta strada da fare. Una strada in salita e piena di ostacoli culturali che dobbiamo avere la forza di affrontare con tutta la tenacia che abbiamo nel cuore.

Buon 8 marzo a tutte!

La foto pubblicata, con felpa dei Nirvana e le scarpe rosse (usate come simbolo contro la violenza sulle donne) sulla scrivania del suo ufficio ha suscitato le solite polemiche sui social, al quale il Ministro ha controbattuto con una foto di alcuni politici (tra cui Obama) nello stesso atteggiamento.

Intervistata al programma Agorà di Rai 3aveva detto di apprezzare il metal e non Sanremo, snocciolando anche una passione per la band degli In Flames:

“Se fosse stata una kermesse di musica metal, l’avrei vista volentieri” “No io non canto. Ho suonato la batteria ma non sono intonata. La mia canzone preferita è degli IN FLAMES“.

In una intervista pubblicata dalla Gazzetta di Mondovì, aveva raccontato della sua passione musicale da adolescente:

“Ho iniziato con il punk rock (uno dei momenti più belli della mia vita fu il concerto dei SATANIC SURFERS a Milano al Leoncavallo, avevo quindici anni). A livello locale, come non ricordare l’epoca del Four X di Bastia e i tanti bei gruppi (come gli STIGMA, i GREEN MAMBA o i FEAR OF EMPTINESS) che mi hanno portato ad amare questo genere di musica. Ho assistito anche ai più importanti festival metal (come il Wacken Open Air o il Metalcamp)”.

Sui suoi brani preferiti degli In Flames:

“Pensavo a ‘Come Clarity‘ ma ce ne sono tante: ‘Only For The Weak‘, la più recente ‘Everything Is Gone‘ o ‘Trigger‘ con cui aprirono un concerto a Milano che mi è rimasto nel cuore. Dal vivo sono una band spettacolare, identici all’album”.

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi