Metal Blade Records – 2020

Nuovo e ultimo album per gli svedesi Falconer. Ultimo perché come comunicato tempo fa, la band ha deciso di sciogliersi e mettere la parola fine ad un percorso iniziato nel 2001 con l’album di debutto omonimo, un percorso che in termine di vendite e popolarità non ha regalato ai Falconer molte soddisfazioni ma ha comunque permesso alla band di acquisire molta credibilità e rispetto pur rimanendo nella nicchia.

Nove album in studio in vent’anni non sono pochi, ma evidentemente non sono bastati a salvare il gruppo, poi si sa le motivazioni possono essere molteplici.
E’ dunque con un pizzico di nostalgia che parlerò di questo ultimo disco, ‘From A Dying Ember’, composto da undici tracce di power/classic/folk nel classico stile dei Falconer insomma.
Iniziamo con ‘Kings And Queens’ con tutta la sua epicità e solennità, la voce di Mathias Blad dal timbro molto caldo e avvolgente e melodie d’altri tempi, sono alcune delle caratteristiche che ritroveremo nel corso di tutto il disco.
I Falconer passano con disinvoltura dal power di ‘Desert Dreams’ all’heavy più cadenzato e folkeggiante di ‘Redeem And Repent’ che nel ritornello può ricordare i seminali Jethro Tull.
La componente folk è una costante nei loro dischi e anche in quest’ultimo è ben radicata come ad esempio in ‘Bland Sump Och Dy’ cantata in svedese, una lingua magari poco rock, ma che in questo episodio dona ulteriore epicità e pathos al brano.
A metà disco, dopo l’ottima e heavy ‘Fool’s Crusade’, troviamo la strumentale ‘Garnets And A Gilded Rose’ dove metal e folk trovano il loro punto d’incontro, e dove all’improvviso ci ritroviamo catapultati in un passato affascinante e fiabesco.
Tra episodi power come ‘Testify’ e ‘In Regal Attire’ e una splendida ballata come ‘Rejoice The Adorned’ per sola voce e orchestrazioni arriviamo al triste e inevitabile finale.
Rapture’ è una marcia solenne verso la parola fine, una summa di tutti gli elementi stilistici che hanno determinato il sound dei Falconer, una band unica nel suo genere, che ha raccolto poco ma ha lasciato tanto.

La vita va avanti, niente rimpianti, ma un po’ di malinconia quella si. I dischi rimangono, così come il segno lasciato dai Falconer nel mondo della musica.

www.falconermusic.com

Tracklist:

1.Kings And Queens
2.Desert Dreams
3.Redeem And Repent
4.Bland Sump Och Dy
5.Fool’s Crusade
6.Garnets And A Gilded Rose
7.In Regal Attire
8.Rejoice The Adorned
9.Testify
10.Thrust The Dagger Deep
11.Rapture

Band:

Mathias Blad – voce
Stefan Weinerhall – chitarra
Jimmy Hedlund – chitarra
Magnus Linhardt – basso
Karsten Larsson – batteria

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi