Gamma Ray – Master of Confusion

Ear Music – Marzo 2013

Nuovo lavoro dei Gamma Ray, storica band capitanata dall’ex Helloween Kai Hansen e nuova interessante recensione per me da fare. Il nuovo Album o EP che dir si voglia, intitolato “Master of Confusion” è un buon prodotto che però non propone niente di nuovo a livello musicale.

La prima traccia,”Empire of the Undead“, parte di cattiveria con un attacco preciso ed un riff tipico metal, song bene articolata ed entusiasmante, energica, trascinante e scatenante (un bel ‘pogo’ ci starebbe benissimo). Si prosegue poi con “Master of Confusion“, il secondo pezzo ,che però risulta essere una song con un riff d’effetto, ma purtroppo scontato ed un ritornello piacevole ed orecchiabile. “Death or Glory” (cover  Holocaust) è assolutamente una canzone ‘normale’ e non entusiasmante. Si passa poi a “Lost Angels“, altra cover (degli Sweet) è, per me, la seconda più brutta canzone contenuta in quest’album, ha un ritornello scontatissimo e scadente, l’unico dato positivo sono i cori che ricordano lo stile Queen.

L’altro pezzo più brutto è “Farewell“, una ballad,  secondo me, tra le più brutte mai scritte… oltre non vado. Da qui in avanti l’ascolto procede con pezzi dal vivo e più precisamente con “The Spirit”, un classico pezzo metal (come risultano classici e tipici i cambi di tempo). Il sesto pezzo è “Wings of Destiny“, molto Malmsteen sia nel riff iniziale che nel ritornello e nell’assolo. Si passa poi a “Gamma Ray” che appare subito una song molto banale, scontata e senza pretese. Fortunatamente si passa alla canzone successiva che si intitola “Time to Break Free“, che tende ad alzare un pò il livello musicale, con la presenza anche del mitico Michael Kiske, con un riff corposo, interessante, peccato però che il ritornello risulti essere un po’ piatto e poco entusiasmante. Ultima traccia è “Insurrection“, sempre live, anche questa una bella canzone che però scende di livello quando si arriva al ritornello. Risulta essere però la canzone del disco che, a mio parere, si aggiudica il secondo voto più alto.

Ritengo che questo nuovo lavoro sia comunque un buon prodotto, ben suonato, ben registrato, peccato però che le idee risultino sempre le solite, a volte scontate e poco interessanti. Rimane comunque un bel metal da ascoltare, molto Helloween… (non potrebbe essere diversamente) anche se il livello è inferiore a mio parere.

BRANO TOP: Il voto più alto se lo aggiudica la song d’apertura, “Empire of the Undead”, con un bel voto 8.
BRANO FLOP: La song più brutta (ed era da tanto che non sentivo una canzone così brutta) è “Farewell”, che si aggiudica un bel 3.

www.gammaray.org

Traklist:
1. Empire of the Undead
2. Master of Confusion
3. Death or Glory (Holocaust cover)
4. Lost Angels (Sweet cover)
5. The Spirit (live)
6. Wings of Destiny (live)
7. Gamma Ray (live)
8. Farewell (live)
9. Time to Break Free (live)
10. Insurrection (live)

Band:
Kai Hansen – voce, chitarra
Henjo Richter – chitarra
Dirk Schlächter – basso
Michael Ehré – batteria (1-4)
Dan Zimmermann – batteria (5-10)

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*