I Gazebo Penguins si sono esibiti in concerto all’Hana-Bi di Marina di Ravenna il 22 luglio 2022

Sono sempre stati in tre ma negli ultimi anni hanno suonato in quattro sul palco, se non in cinque. Nel 2020 stavano facendo un tour per festeggiare i 15 anni di vita quando tutta la musica dal vivo si è fermata. Nell’estate del 2021 hanno suonato 30 concerti in una versione più soft per via delle norme anti-Covid. Tra una balla e l’altra hanno fatto più di 400 date in tutta Italia, e l’idea sarebbe quella di farne altrettante prima di diventare ancora più dei vecchi di quanto non lo siano già. In apertura i nostri Clever Square, freschi di pubblicazione di “Secret Alliance”, il loro nuovo album uscito per Bronson Recordings ad aprile. “Secret Alliance” «è un inno alla privacy, alle gioie della segretezza e alla solitudine», ispirato dalla sensazione di perdere il contatto con chi si crede di essere, nel bene e nel male. La musica dei Clever Square è morbida e consumata intorno ai bordi, proprio come la classica camicia di flanella, e possiede un andamento barcollante e gentile.

I Gazebo Penguins sono un gruppo musicale post-hardcore italiano formatosi a Correggio nel 2004. Fanno il loro esordio nel 2008 con l’EP INVASION, pubblicato in sole trecento copie. L’anno successivo lavorano al primo disco, THE NAME IS NOT THE NAMED, pubblicato questa volta con l’etichetta Suiteside Records. Il 2011 e? l’anno del terzo lavoro: la band entra in studio all’Audio Factory di Correggio per registrare assieme a Francesco Donadello (Giardini di Miro?, Massimo Volume, Offlaga Disco Pax) il nuovo disco. LEGNA e? il primo album cantato in italiano dalla band, pubblicato su vinile dall’etichetta To Lose La Track in 500 copie serigrafate e numerate a mano. Dopo due anni passati sui palchi, nel 2013 viene pubblicato in free download e in cd e vinile il terzo album studio della band emiliana, RAUDO, disco che conferma la band come una delle realtà live di spicco della scena alternativa italiana. Servono pero? quattro anni alla band per dare un seguito a “Raudo”. “Nebbia” esce quindi nel 2017, sempre per To Lose La Track: nove pezzi che portano la band a un livello compositivo superiore, declinando l’emo core arcigno degli esordi in pezzi dagli angoli più smussati, per quanto sempre di grande impatto. Alcuni di questi – o alcune loro canzoni – sono finite in varie classifiche della musica rock/emo più importanti degli ultimi anni. Sono sempre stati in 3 ma negli ultimi anni hanno suonato in 4 sul palco, se non in 5. Nel 2020 stavano facendo un tour per festeggiare i 15 anni di vita quando tutta la musica dal vivo si e? fermata. Nell’estate 2021 hanno suonato 30 concerti in una versione più soft per via delle norme anti-Covid. Tra una balla e l’altra hanno fatto più di 400 date in tutta Italia, e l’idea sarebbe quella di farne altrettante prima di diventare ancora più dei vecchi di quanto non lo siano già.

Foto di Emanuel Giordani

Author

Write A Comment

X