Gli ex membri di GHOST hanno presentato ricorso contro il licenziamento della loro causa contro il leader della band, Tobias Forge. Forge, che ha fondato il gruppo otto anni fa, è stato citato in giudizio dai quattro ex membri nell’aprile 2017.

Gli ex musicisti dei Ghots hanno accusato il cantante di averli imbrogliati con la loro giusta parte dei profitti derivanti dall’uscita degli album della band e dai tour mondiali.

Il processo al tribunale distrettuale di Linköping è durato sei giorni e nell’ottobre 2018 è stata emessa una decisione di 108 pagine che ha respinto il caso. Ai quattro ex membri di GHOST è stato anche ordinato di pagare le spese legali di Forge, che potrebbero ammontare a circa 146.000 dollari.

I musicisti – Simon Söderberg (Alpha; membro di GHOST dal 2010 al 2016), Mauro Rubino (Air; membro di GHOST dal 2011 al 2016), Henrik Palm (Eather; membro di GHOST dal 2015 al 2016) e Martin Hjertstedt (Earth; membro di GHOST dal 2014 al 2016) – hanno presentato appello e il caso è stato deferito alla corte d’appello di Göta a Jönköping, dove sarà discusso nel marzo 2020.

La causa è stata intentata presso il tribunale distrettuale di Linköping, in Svezia, dove originariamente avevano sede i GHOST. Ha sostenuto che esisteva un accordo di partenariato tra Forge e i quattro ex membri, che si esibivano tutti anonimamente nella band come Nameless Ghouls. Come risultato della causa, Forge è stato costretto a rivelare la sua identità dopo anni di esibizioni dietro la maschera da Papa Emeritus.

Forge ha risposto che “non c’è mai stata una “partnership legale” tra lui e gli altri membri, che è stato pagato loro uno stipendio fisso per esibirsi come band a suo supporto, e che erano essenzialmente session musician.

Söderberg, Rubino, Palm e Hjertstedt avrebbero speso 2,9 milioni di corone (circa 320.000 dollari) almeno in spese legali sul caso finora.

Forge ha detto a The Pulse Of Radio che la causa lo ha solo ispirato a lavorare di più per rendere GHOST un successo.

Tutto quello che è successo mi ha fatto capire che devo andare avanti con forza e reclamare ciò che è mio e anche giustificare che era mio sin dall’inizio. Sono solo seccature che continuano. Le ultime decisioni sono solo il risultato di come doveva andare sin da subito e non il contrario…

Redazione
Author

Write A Comment

X