La 63esima edizione dei Grammy Awards, originariamente prevista per il 31 gennaio, è stata rinviata a causa delle preoccupazioni legate alla diffusione del coronavirus. Ora si svolgeranno provvisoriamente il 21 marzo 2021.

Attualmente Los Angeles sembra essere l’epicentro della pandemia di coronavirus in California, con più di 7.600 persone ricoverate in ospedale che hanno contratto il COVID-19 nella sola contea di Los Angeles.

Il presidente della Recording Academy e capo ad interim Harvey Mason Jr. ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Dopo aver interpellato gli esperti, il nostro partner CBS, gli artisti che dovevano intervenire al programma, abbiamo deciso di posticipare la 63esima edizione dei Grammy Awards al 21 marzo 2021.

Il peggioramento della situazione COVID a Los Angeles, dove i servizi ospedalieri sono stati sopraffatti, le unità di terapia intensiva hanno raggiunto la capacità massima e le nuove linee guida dei governi statali e locali ci hanno portato a concludere che posticipare il nostro spettacolo era la cosa giusta da fare.

Niente è più importante della salute e della sicurezza di coloro che fanno parte della nostra comunità musicale e le centinaia di persone che lavorano instancabilmente alla produzione dello spettacolo.

“Vogliamo ringraziare tutti gli artisti di talento, lo staff, i nostri fornitori e in particolare i nominati di quest’anno per la loro comprensione, pazienza e disponibilità a lavorare con noi mentre navighiamo in questi tempi senza precedenti.

Lo spettacolo andrà avanti e ci uniremo e guarisci attraverso la musica celebrando l’eccellenza e salutando i migliori nominati di quest’anno”.

Best Rock Performance
“Shameika,” Fiona Apple
“Not,” Big Thief
“Kyoto,” Phoebe Bridgers
“The Steps,” Haim
“Stay High,” Brittany Howard
“Daylight,” Grace Potter

Best Rock Song
“Kyoto,” Phoebe Bridgers, Morgan Nagler & Marshall Vore, songwriters (Phoebe Bridgers)
“Lost in Yesterday,” Kevin Parker, songwriter (Tame Impala)
“Not,” Adrianne Lenker, songwriter (Big Thief)
“Shameika,” Fiona Apple, songwriter (Fiona Apple)
“Stay High,” Brittany Howard, songwriter (Brittany Howard)

Best Rock Album
A Hero’s Death, Fontaines D.C.
Kiwanuka, Michael Kiwanuka
Daylight, Grace Potter
Sound & Fury, Sturgill Simpson
The New Abnormal, The Strokes

Best Alternative Music Album
Fetch the Bolt Cutters, Fiona Apple
Hyperspace, Beck
Punisher, Phoebe Bridgers
Jaime, Brittany Howard
The Slow Rush, Tame Impala

Best Metal Performance
“Bum-Rush,” Body Count
“Underneath,” Code Orange
“The In-Between,” In This Moment
“Bloodmoney,” Poppy
“Executioner’s Tax (Swing of the Axe) — Live,” Power Trip

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi