I Granny 4 Barrel sono tornati con una nuova canzone, “Art of Deception”, e un nuovo video musicale inquietante, che è stato girato nel castello di Greystone Court lungo il pittoresco fiume Hudson di New York.

Immerso in una ricca tonalità di blu e girato in super-lento movimento da David Brodsky e Allison Woest di My Good Eye Visuals, “Art of Deception” proietta un’atmosfera allucinatoria, aiutata dal mid-tempo, dalle ripetizioni del riff intriso di effetti e dall’incantevole, allungata consegna vocale di Granny.

“Il personaggio di Granny è ispirato dai film horror, dai cattivi e dagli antieroi. Se guardi più da vicino, ci sono componenti psicologiche in questo alter ego che gli danno profondità. È il veicolo perfetto per me per esprimere il mio disprezzo per gli stereotipi e l’intolleranza. Ma mi dà anche uguale soddisfazione sul lato teatrale e musicale”, ha detto il visionario e cantante di Granny 4 Barrel Terry LeRoi.

“La famiglia allargata di Granny (i fan) si relazionano non solo con la pura follia visiva di G4B, ma nella grande moda dell’heavy metal c’è un elemento di pericolo che dice che questo mi piace molto ma ne ho anche un po’ paura! Abbracciano l’idea di un surrogato della nonna metallica, simile a una strega, che spacca i culi, li ama allo stesso modo ma non esita a fare proclami taglienti contro il male e l’ingiustizia”, ha aggiunto.

Redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi