Frontiers Music – Agosto 2023

F.U.B.A.R.‘ è l’album del ritorno degli HELL IN THE CLUB, affermata band italiana che riprende, con questo sesto lavoro, un percorso iniziato ormai più di quindici anni fa.

Atteso da tutti gli estimatori di questo quartetto (che non ha certo bisogno di essere introdotto poichè la potenza, la qualità e la passione sono la cifra distintiva) l’album è un prodotto caratterizzato dagli elementi portanti del gruppo a cui facevo riferimento. Di certo la maggiore esperienza, la naturale maturazione e la continua evoluzione personale e artistica dei quattro conduce verso un lavoro davvero profondo, divertente in molti casi, sentito e di certo vissuto… le esperienze di vita servono… siamo proprio fregati!!!

HELL IN THE CLUB è una realtà davvero importante per la musica rock dura italiana. ‘F.U.B.A.R.’ è la conseguenza, la sintesi, il fuoco che arde, la febbre che viene da dentro, il contorto piacere!!! Se vi piace il rock’n’roll stradaiolo, senza fronzoli, cupo e potente, divertente e graffiante, duro e selvaggio, bene… lasciatevi andare con le note che vi faranno scatenare senza sosta, avvolti dalle fiamme alimentate da quella passione che non potrà mai essere spenta. Un album che spacca la mente e rapisce l’anima, che vi conquisterà già da un primo ascolto grazie ad una magnifica freschezza e quel tocco malato di sano coinvolgimento che è alla base del rock’n’roll…

La prova dei quattro è reale, concreta come il sound profondo proposto e i riff taglienti che uniscono acidità e melodia assieme ad aggressiva energia messa in atto da linee di voce impegnate a creare la giusta atmosfera con cori accattivanti, inni che si spingono fin dentro le sinapsi dei nostri nervi. Ritmica metronomica di disarmante efficacia…

Forse c’è bisogno di citare qualche brano, ma qui la scelta è del tutto personale che potrebbe incontrare simili preferenze in chi ascolta l’album, ma di certo differenze in altri, tutto scontato, niente di problematico, i problemi sono altri… ‘Sleepless‘, bello, deciso, ritornello magnifico, riffone iniziale-costante-finale, adoro! ‘Total Disaster‘, con tanto di lyric video e con tanto di focosa potenza è puro rock’n’roll da corsa furiosa in auto (non correte please)… ‘Embrace the Sacrifice‘ è forse il momento più oscuro e decadente dell’album che però non si discosta da quella caratteristca portante del lavoro, molto teatrale e diabolico (come potrebbe essere diversamente…)! ‘The End of All‘ è un graffio sulla guancia nel suo essere molto dark nelle sonorità e la sua parte centrale in delicata sofferenza e il solo di chitarra. Mi fermo qui anche se ‘Sidonie’ introduce degnamente ‘F.U.B.A.R.‘ con il suo video e il suo portamento deciso e risoluto. E poi ‘The Kid‘, ‘Cimitero Vivente‘, ‘Undertaker‘… lo sapevo…

…un crescendo di emozioni difficili da spiegare!

Per concludere. HELL IN THE CLUB, una conferma, ma non c’era bisogno, sappiamo con chi abbiamo a che fare, conosciamo i quattro dannati musicisti, sappiamo chi sono e sappiamo di che pasta sono fatti; Dave, Pico, Andy, Mark, per usare i nomi da HELL IN THE CLUB, sono davvero fautori di un hard rock moderno con un songwriting di qualità, carico di passione che unita alla tecnica e alla sapiente dose di energia e, ovviamente, al cuore riescono a modellare e creare musica di indubbio livello…

Consigliatissimo!!!

www.hellintheclub.com
facebook.com/hellintheclub

Tracklist:
01. Sidonie
02. The Arrival
03. Total Disaster
04. The Kid
05. Best Way of Life
06. Cimitero Vivente
07. Sleepless
08. The End of All
09. Undertaker
10. Tainted Sky
11. Embrace the Sacrifice

Band:
Dave – Voce
Picco – Chitarra
Andy – Basso
Mark – Batteria

Avatar
Author

Born to Lose, Live to Win | Rock'n'Roll is my life, so... long live rock'n'roll !!!

Comments are closed.