Il frontman dei Jethro Tull Ian Anderson ha chiarito la diagnosi di BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), una malattia polmonare incurabile che aveva rivelato nel corso di una intervista su Dan Rather ‘s ‘The Big Interview’.

Il cantante, 73 anni ad agosto, aveva detto:

“Due anni fa ho scoperto di avere una malattia incurabile ai polmoni, i miei giorni sono contati”

 Il cantante ha detto che è 18 mesi senza peggioramenti, dicendo che ha curato le sue condizioni con i farmaci, evitando aree con forte inquinamento e continuando a mantenere in forma i suoi polmoni.

Oggi, Anderson ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Grazie per la vostra preoccupazione ma non ci sono preoccupazioni per la mia diagnosi di BPCO e per l’asma. Da 14 mesi non ho infezioni e bronchiti, l’anno scorso è stato il primo da quando avevo 20 anni che non mi sono ammalato. Le mie condizioni sono nella fase iniziale e così intendo mantenerle.

Quando ho parlato con Dan Rather lo scorso settembre intendevo dire che i miei giorni da cantante erano contati, non i giorni che ho da vivere!

Dopotutto, ad agosto avrò 73 anni! Ma dovrei stare bene per qualche altro anno se non mi ammazza prima il COVID-19.

Non corro il rischio di contrarre il virus COVID come chiunque altro. Solo che i risultati potrebbero essere peggiori che se avessi 17 anni oppure 27. Semmai, ho meno probabilità di prenderlo rispetto a molte persone poiché pratico una igiene molto sicura da anni e il distanziamento sociale per me è un modo di vivere! Sono ben allenato negli spazi pubblici, nei ristoranti, negli hotel ecc. Solo volare mi preoccupa, ma ho tutti i migliori gel, spray, maschere e protezioni per il viso quando arriva il momento di imbarcarsi nel mondo reale in modo professionale.

Il cantante conclude scherzandoci sopra:

“Una lieve BPCO o asma sono cose con cui convivono milioni di persone in tutto il mondo. Ma non hanno nessun impatto sulla mia vita quotidiana finché non prendo un virus del raffreddore o dell’influenza. Ma il lato positivo è che non soffro di emorroidi o disfunzione erettile. Quindi si possono guardare le cose dall’alto al basso con doppi sensi”

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi