Il progressive folk rock dei CELLAR DARLING incanta il Legend Club di Milano, insieme ai Forever Still. Le foto

Il trio ha appena pubblicato secondo full-length The Spell per Nuclear Blast

Anna Murphy, Cellar Darling live @ Legend Club, Milano - foto di Ilaria Maiorino

I CELLAR DARLING, hanno suonato in Italia per una data unica martedì 22 ottobre al Legend Club di Milano.
 
Il trio è appena uscito con il secondo full-length The Spell per Nuclear Blast, che tesse una fiaba oscura per l’era moderna, raccontata attraverso un progressive folk rock, un’incantevole arte visiva e una narrazione totalmente coinvolgente. Nati nel 2016 dopo che Anna Murphy (voce, ghironda), Merlin Sutter (batteria) e Ivo Henzi (chitarra e basso) abbandonano i folk metal ELUVEITIE (in cui suonavano da oltre un decennio), e partono con questo nuovo diverso percorso pubblicando il singolo Challenge a cui segue la firma con la nota label Nuclear Blast.
 
“Siamo felici che i fan di ELUVEITIE si siano uniti a noi, ma non volevamo fare la stessa cosa con CELLAR DARLING: vogliamo fare le nostre cose”  spiega Merlin. “Con CELLAR DARLING, non ci siamo deliberatamente posti limiti, cosa che ci ha davvero permesso di trovare il tipo di musica che volevamo suonare”.
“La nostra musica nasce da idee nascoste in un tipo di cantina (cellar) creativa che sono ora pronte a vedere la luce”, spiega Anna. “Il nome visualizza anche la nostra musica: l’oscurità è la cantina (cellar) e darling è il tesoro, che rappresenta qualcosa di leggero e bello.”
 
Il trio introduce questo sound incantato con l’album di debutto This Is The Sound nel 2017. Con il nuovo The Spell, la formazione decide di portare le proprie idee musicali e la propria creatività un passo avanti e di realizzare un concept album, a partire dall’idea iniziale partorita casualmente da Anna mentre era in escursione con il padre, nonostante il disco sia uno sforzo collaborativo dei tre. Racconta la storia di una ragazza senza nome che è nata in un mondo pieno di dolore, danneggiato e debilitato dagli esseri umani che lo abitano. La seguiamo mentre cerca un significato nella vita, quando improvvisamente si incontra e si innamora della morte, concludendo con un finale ambiguo che lascia meravigliato l’ascoltatore. Sebbene Anna crei testi astratti piuttosto che autobiografici, The Spell è diventato un vero e proprio viaggio personale per lei.

Lo scorso settembre, il trio svizzero aveva ricevuto un prestigioso Progressive Music Award come video dell’anno per uno dei capitoli di “The Spell”‘Insomnia’, consolidando così ulteriormente la band nel mondo del progressive rock e del progressive metal. I Prog Awards di quest’anno si sono svolti presso il leggendario Shakespeare’s Globe di Londra e hanno visto artisti del calibro di YES, DREAM THEATER e NICK MASONpasseggiare tra gli ospiti.

Foto di Ilaria Maiorino. Si ringrazia Legend Club e Bagana Music Agency

FOREVER STILL

 

CELLAR DARLING

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*